Grande successo per L’Impavida 2016

Stampa articolo Stampa articolo

La manifestazione ciclistica con bici d’epoca su strade bianche è giunta alla sua quarta edizione. E come sempre è stata un grande successo. Due i percorsi cicloturiistici (45 e 75) che, tra storia e natura, hanno portato i 120 partecipanti alla scoperta di un paesaggio affascinante ed unico nel suo genere.

Questa gara non competitiva era aperta a tutti: il percorso di 45 km ha oltre il 40% di strade bianche e tocca i comuni di Guastalla, Gualtieri e Luzzara. L’altro, come lo scorso anno, è un percorso di 72 km, di cui il 45% di strade bianche. Attraversa nell’ordine i comuni di Guastalla, Gualtieri, Boretto, Novellara, Reggiolo e Luzzara e si snoda anche lungo i suggestivi sentieri del paesaggio della Bonifica, fra idrovore, torrioni, canali.

partenza-sindaco-bandiera

L’evento è iniziato stamattina alle 8.30 con la partenza dei ciclisti ed è proseguito con la corsa non competitiva dei 10MILA PASSI PER IL CUORE, in partenza alle 9.15, cui hanno partecipato 700 persone. Hanno corso e camminato per 4,7,10 km con un percorso naturale attraverso la Golena del Po.

La manifestazione poi è proseguire tutta la giornata con spettacoli di artisti di strada, percorsi guidati in bicicletta per i bambini e possibilità di visitare con una guida i monumenti di carattere storico e culturale di Guastalla. Fra le attrazioni più suggestive, le performances dei Bandaradan e del Circo Puntino a Palazzo Ducale.

Grande soddisfazione dell’amministrazione comunale, con Il Sindaco Camilla Verona e il vice Ivan Pavesi che hanno seguito tutti gli eventi, hanno premiato i vincitori e ringraziato tutti i partecipanti e coloro che a vario titolo hanno aiutato ad organizzare questa bella giornata baciata dal sole.

L’ideatore de L’Impavida, l’arch. Vitaliano Biondi, ha affermato: “Al pari di Piante e Animali Perduti che si propone di diffondere la cultura della tutela delle varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi, sementi e razze di animali rurali, L’Impavida si propone la valorizzazione del patrimonio di strade bianche che corrono lungo gli argini di bonifica e le golene del Po. Valorizzando le strade perdute del Po si salvaguarda un paesaggio che testimonia un rapporto secolare di sostenibilità fra civiltà rurale e natura”.

Hanno partecipato a L’Impavida 120 persone, di cui 45 con bici d’epoca. E fra i 120 corridori, sono stati premiati solo coloro che hanno partecipano con bici d’epoca. Perché è la bicicletta la vera protagonista di questa kermesse! E ha fatto punteggio anche l’abbigliamento: accessori e vestiti vintage, cappellini da corsa, magliette, pantaloncini, scarpe, attacchi, borracce… A premiarli, il nostro Sindaco Camilla Verona.

cani-sciolti

ECCO I PREMIATI DE L’IMPAVIDA DI EMILIA 2016 con bici d’epoca e abbigliamento vintage originale:

Luca Catellani con una bicicletta Feroy Kubler degli anni Settanta

Renato Bianchi con una Bianchi degli anni Sessanta

Ermes Leonardi con una bici Jenus del 1920

Loris Lusuardi con una bicicletta Dei serie A 2 Oro del 1935

Mauro Gualtieri con una Royal Mord del 1930

Gabriella Mora con una Colnago del 1975

Cani sciolti, 5 ragazzi di Bondanello (Mn) con biciclette degli anni Sessanta

loris-lusuardi

Molto graditi sono stati i punti ristoro allestiti lungo i percorsi, fra i quali quello offerto dalla Bonifica dell’Emilia Centrale. Molti privati di stanno offrendo per ospitare i ristori nell’edizione dell’anno prossimo.

La ristorazione in piazza, invece, è stata curata egregiamente, come sempre, dalla Proloco Guastalla che ha preparato il Pasta Party. Nel menu, penne al pomodoro grigliate,lasagne, grigliatina, patate fritte, gnocco fritto e salumi. Tutto accmpagnato naturalmente da ottimo Lambrusco.

Sia la mattina, sia il pomeriggio, PERCORSI GUIDATI IN BICICLETTA per i bambini per le vie di Guastalla, VISITE GUIDATE ai monumenti di interesse storico e culturale.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura