Castelnovo Monti: il Centro Pastorale Interparrocchiale è realtà

Stampa articolo Stampa articolo

Eccolo, il nuovo Centro Pastorale Interparrocchiale di Castelnovo Monti. Manca mezz’ora all’inaugurazione, in questo soleggiato sabato 10 settembre. Qualche parrocchiano spiega che sono state fatte le corse dell’ultimo minuto, con fioriere e tavoli per il buffet appena sistemati, ma il clima è di serena soddisfazione. Anna Guidotti accoglie con grande affabilità tutti coloro che si affacciano sull’ampio porticato. (clicca per vedere tutte le foto)
Anche don Matteo Galaverni, il vicario parrocchiale astronomo, staziona sorridente davanti alla nuova creatura: chissà quante stelle, nelle galassie giovanili vicine e lontane, vedrà spuntare e illuminarsi nei prossimi anni sotto questo cielo. In compagnia di tre dei sei fratelli di don Geli approfitto per una perlustrazione.
Fuori, colpisce l’armonizzazione della struttura – coi suoi 2.000 metri quadrati di superficie interna distribuiti tra un piano seminterrato, un piano terra e un primo piano – nel paesaggio dolce disegnato da pietre e alberi. Niente di casuale: il Centro è stato pensato in osmosi con gli impianti sportivi esistenti e collocato in modo da evidenziare il complesso di edifici storici della Pieve. Dal davanti del colle, appena velati di foschia, si vedono il Ventasso e il Cusna.

Dentro, si è avvolti dalla luminosità del vasto salone, degli uffici parrocchiali, delle aule per il catechismo e le riunioni, mentre sul lato a nord è stato allestito un appartamento-casa canonica. Troverà sede qui anche Radionova, assicura Francesco De Mola. Le luci artificiali, di cui ora non c’è bisogno, si accenderanno al passaggio. Il legno lamellare di abete, dalle possenti travi del soffitto, emana odore di nuovo.

Continua a leggere l’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 17 settembre

oratorio-cast-monti

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana