Maratona Alzheimer, correre e camminare con il cuore

Stampa articolo Stampa articolo

3 giorni di movimento e benessere per tutti

Con Maratona Alzheimer 2016, l’associazione Amici di Casa Insieme intende continuare a sostenere la prevenzione, l’assistenza e la ricerca sulla malattia di Alzheimer, obiettivi associati alla 3 giorni sportivo-solidale e che sono alla base dell’intera attività della Onlus.

L’evento, giunto alla 5a edizione, culminerà nella giornata di domenica 18 settembre ed includerà diverse gare: Maratona classica di 42,195 km Mercato Saraceno-Cesenatico; 30 km Borello-Cesenatico; 10 km con percorso cittadino entro Cesenatico (Novità 2016). Sono inoltre previste diverse distanze non competitive, tra cui la partecipatissima camminata Cesena-Cesenatico di 16 km, col suo lungo fiume umano alla partenza, la 8 km Nordic Walking dal Parco di Levante di Cesenatico alla spiaggia ed altre passeggiate che si svolgeranno nei giorni precedenti. É prevista una partecipazione complessiva di oltre 5.000 persone.

16-km-cesena-cesenatico

Il ricavato della manifestazione sarà destinato, ancora una volta, allo sviluppo delle attività Alzheimer, a progetti di ricerca che non puntino tanto alla cura della malattia, ancora abbastanza lontana, quanto piuttosto ad una migliore comprensione delle sue dinamiche di sviluppo. In particolare, nel 2016, Maratona Alzheimer raccoglierà fondi per l’istituzione di un “Pronto Intervento Alzheimer”, servizio pensato con lo scopo di fornire alle famiglie supporto immediato e consulenza nei momenti di maggiore difficoltà.

L’appello a donare Maratona Alzheimer 2015 ha permesso di raccogliere 50.000 euro per progetti di prevenzione, assistenza e ricerca sull’Alzheimer. Di questi circa 25.000 euro, pari al 25% ca. del costo annuale dell’attività associativa, saranno impiegati per il mantenimento e lo sviluppo dei progetti di Amici di Casa Insieme, nell’ambito della prevenzione e dell’assistenza. Con la prospettiva di supportare la ricerca, Maratona Alzheimer ha destinato i restanti 25.000 euro, raccolti in rete con altri soggetti, all’acquisto di un macchinario scientifico per la Fondazione Iret di Ozzano Emilia, che studia le malattie neurodegenerative, con particolare riferimento all’Alzheimer.

Se vuoi unirti a noi in questo progetto che guarda lontano e aspira ad un mondo senza più Alzheimer puoi conoscerci meglio su www.maratonaalzheimer.it

Le demenze sono la prima causa di disabilità e dipendenza tra gli anziani ed hanno un impatto fisico, psicologico, sociale ed economico anche per chi li assiste e per le loro famiglie.

L’Alzheimer cancella i ricordi di una vita, aiutaci a mantenerli vivi!

Pubblicato in Articoli, Associazioni