Aperti alle novità del Vangelo

Stampa articolo Stampa articolo

GHIARA, 8 SETTEMBRE: cronaca del Pontificale presieduto da Camisasca

“Ringrazio tutti coloro che mi hanno detto «bentornato», ma dietro il «bentornato» io leggevo: che ha fatto in questo tempo che era via?”. Partiamo dal fondo, per raccontare la celebrazione eucaristica di giovedì 8 settembre nella Basilica della Ghiara, quando il vescovo Massimo riprende il microfono per alcuni annunci e ringraziamenti. Ecco, anzitutto, la risposta di monsignor Camisasca alla domanda sopra esplicitata sul suo periodo estivo: “Ho scritto una Lettera pastorale, che a seguito della prima, sul diaconato permanente, è dedicata alla vocazione in generale e a quella presbiterale in particolare”, che dovrebbe uscire nei prossimi mesi, entro la fine dell’anno. (clicca per vedere tutte le foto)

“Poi ho scritto il Discorso di san Prospero, che ho dedicato al tema della debolezza nella vita, quindi al tema della malattia e della morte come ineludibili nella vita dell’uomo… come ci dobbiamo porre davanti a queste esperienze, che cosa ci insegnano e cosa descrivono nei nostri rapporti con Dio e con gli altri”.
Il Vescovo comunica di persona anche la nomina di un nuovo vicario episcopale: don Giovanni Rossi, rimanendo parroco a Sassuolo Centro, si occuperà del coordinamento degli uffici pastorali, secondo un’esigenza espressa con insistenza da questi ultimi. “Don Giovanni – commenta Camisasca – è persona molto valida, molto sorridente, è pacato e costruttivo, sono certo segnerà una pagina importante per la nostra Chiesa”.

Leggi tutto l’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 17 settembre

dsc_0770

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana