Festa di ex allievi e operai per i 97 anni di don Incerti

Stampa articolo Stampa articolo

Il 12 agosto il compleanno del sacerdote che diresse il Pio Istituto Artigianelli dal 1945 al 1955

Lo scorso 12 agosto don Gaetano Incerti ha festeggiato 97 anni insieme agli ex operai delle ex Officine Reggiane e agli ex allievi del Pio Istituto Artigianelli.
Sono passati tanti anni, dal 24 ottobre 1945 al 31 agosto 1955, da quando è stato direttore dell’Istituto, ma il suo operato non è stato dimenticato. Sono soprattutto i suoi ex allievi ma anche i numerosi documenti conservati nell’archivio e le pagine scritte da Mario Mazzaperlini nel libro “Storia del Pio Istituto Artigianelli. Origini e sviluppi dell’istruzione professionale a Reggio Emilia” del 1975 a rendere evidente quanto ha realizzato, anche per le persone che non lo hanno conosciuto e che lavorano oggi al Pio Istituto. “Noi non siamo tra i pessimisti che si lamentano perché il giorno è posto tra due notti; piuttosto ci rallegriamo perché la notte è posta tra due giorni. … Se tutto è crollato, se tutto è stato distrutto, nell’umanità non s’è ancora spento l’anelito verso il Bene ed ogni uomo è pellegrino per tutte le strade alla ricerca di un Meglio… La carità fatica ad uscire dalla valanga di odio che l’ha ricoperta…La carità non lascia pace. Essa ha esigenze imperiose, ha una fame che non si placa, una sete che non si estingue, è una spinta che urge all’infinito…”. Queste sono alcune frasi tratte dall’articolo che don Gaetano scrisse sul giornale “l’Artigianello”, nel 1946, in occasione del 50° anniversario della morte di don Zeffirino Jodi, fondatore del Pio Istituto Artigianelli.

Leggi tutto l’articolo di Cristian Ruozzi su La Libertà del 3 settembre

Morlini-e-celebranti

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana