Premiati ad Arles con “You and me” Stuke e Sieber, tra i protagonisti di Fotografia Europea 2016

Stampa articolo Stampa articolo

Da Reggio Emilia ad Arles, in Francia, dove si è aggiudicato uno dei più importanti premi internazionali, il LUMA Rencontres Dummy Book Award, riservato ai libri fotografici inediti con particolare attenzione ai progetti innovativi e sperimentali. L’importante riconoscimento è andato a You and Me di Katja Stuke e Oliver Sieber, in mostra nella collettiva Dalla via Emilia al mondo a Palazzo da Mosto per Fotografia Europea 2016 fino allo scorso 10 luglio.

Il dummy book di Stuke e Sieber – scelto da una giuria composta, tra gli altri, da Diane Dufour (Le Bal, Parigi), Felix Hoffmann (C/O Berlin), Marin Karmitz, Val Williams, Vera Michalski Hoffmann ed Elisa Medde – è ora esposto al festival Rencontres d’Arles e il Premio ne finanzierà la pubblicazione.

Il progetto di collaborazione di Katja Stuke e Oliver Sieber You and Me si focalizza sulla storia di Indira, una donna musulmana proveniente dalla Bosnia costretta ad espatriare a causa della guerra e diventata la cameriera della famiglia Sieber negli anni ’90. Ben presto Indira diventa molto più che una semplice domestica. Alla fine della guerra però non le è più possibile restare in Germania come rifugiata: come molti altri bosniaci deve emigrare negli Stati Uniti.

01_©-Katja-Stuke-&-Oliver-Sieber_Fremd_Düsseldorf-2014

Stuke e Sieber seguono i passi compiuti da Indira, un percorso di vita strettamente connesso alle loro vicende personali. Sulle sue tracce viaggiano attraverso la Bosnia, la Germania e fino agli Usa finché non trovano il posto dove oggi Indira abita.

Fotografie di paesaggi, immagini a colori e in bianco e nero realizzate adoperando varie fotocamere, materiali e tecniche fotografiche diverse, sono scattate da Katja Stuke e Oliver Sieber, senza rivelare l’autore delle singole immagini. Il progetto è stato reso possibile grazie al supporto del Museum of Contemporary Photography di Chicago.

You and Me, a project between Bosnia, Germany and the US di Katja Stuke e Oliver Sieber è un lavoro profondo e complesso su sradicamento, Guerre nei Balcani, migrazione, identità, Germania, Stati Uniti e altro ancora”, ha scritto Elisa Medde del magazine Foam. “Ma è anche la storia di una donna, e la sua vita ci guida attraverso questi temi, che sono urgenti e rilevanti. Il prototipo è ambizioso, molto ben strutturato, avvincente e toccante. Ha tutti gli ingredienti per essere il loro capolavoro”.

Note biografiche: Katja Stuke vive e lavora a Düsseldorf. Laureata in comunicazione visiva (specializzazione tipografia, fotografia e cinema) vive e  lavora insieme all’artista tedesco Oliver Sieber, anch’egli laureato presso l’università delle scienze applicate di Düsseldorf e alla Fachhochschule Bielefeld. Stuke e Sieber non sono soltanto fotografi, ma anche curatori e prima di tutto editori di libri fotografici e magazines (per esempio  Böhm e  ANT!FOTO). Il lavoro dei due artisti non termina con la concezione e la realizzazione delle fotografie, ma si focalizza principalmente sull’edizione e sulla distribuzione delle immagini, che interagiscono sempre con il contesto.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura