Cento “angeli” del soccorso in missione a Roma

Stampa articolo Stampa articolo

“Quando papa Francesco in persona ha risposto ai nostri auguri di Natale siamo rimasti stupiti e abbiamo pensato che potessimo creare un piccolo dialogo all’insegna delle sue parole e, anche, di un piccolo dono per i poveri”. Sono le parole di Iacopo Fiorentini, presidente della Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto che nella giornata di martedì vedrà partire 100 volontari del soccorso e le rispettive famiglie alla volta di San Pietro in Vaticano dove, mercoledì alle 10, ci sarà l’udienza papale.

“Papa Francesco – continua Fiorentini – ha speso parole che, anche da un punto di vista laico, ben si prestano a chi impegna la propria vita nel volontariato”. Infatti, “chi opera nel campo del volontariato – ha esortato nei suoi discorsi il Papa – s’impegni con generosità al servizio dei bisognosi (…) perché uscendo da noi stessi sappiamo farci prossimi di quanti si trovano nelle periferie delle relazioni umane e sociali”. E ancora “La solidarietà è un modo di fare la storia con i poveri, rifuggendo da presunte opere altruistiche che riducono l’altro alla passività“.

E la benedizione papale aleggerà anche sul gesto dei Castelnovesi di prestare un’ambulanza (modello V78) alla Croce Rosa di Bisgnano (Cosenza) che ha visto entrambi i suoi mezzi distrutti da un incendio di origine dolosa. “Un appello, questo circolato tra le Anpas, condiviso dai nostri volontari e che giungerà a destinazione già nei prossimi giorni”, conclude Fiorentini.

E come usa nella tradizione montanara di omaggiare chi si visita con un dono della propria terra, sarà il formadìo, il Parmigiano Reggiano montanaro della latteria di Casale di Bismantova quanto gli angeli del soccorso castelnovese offriranno a sua Santità per la mensa del povero.

Anpas-San-Pietro

Pubblicato in Articoli, Associazioni