«Composizione per Maria»: bene anche la 21a edizione

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà dell’11 giugno

Veramente gremita la Basilica della Ghiara a Reggio, lunedì 30 maggio, per la partecipazione alla rassegna poetico-musicale “Composizione per Maria”, giunta quest’anno alla sua XXI edizione. Gli enti promotori dell’iniziativa – Fabbriceria Laica del Tempio della B.V. della Ghiara, Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e Comunità dei Servi di Maria – ancora una volta hanno voluto accogliere, in un luogo così ricco e di arte e di bellezza, la creatività dei giovani.
Il neo “Coro dei musicanti” dell’Istituto “Motti” di Reggio Emilia, fondato dalla professoressa Elena Vaccari, si è esibito insieme al “Coro San Sebastiano” della Polizia Municipale, diretti dalla direttrice e soprano Paola Tognetti.
Il coro e orchestra dell’Istituto comprensivo “Da Vinci” è stato diretto dalla proessoressa Ioana Carausu, mentre quello dell’Istituto comprensivo di Quattro Castella dalla professoressa Mirka Cassinadri.
Non poteva mancare la Scuola di Balletto Cosi-Stefanescu che, con le sue ballerine dell’VIII corso accompagnate da Liliana Cosi, ha proposto una coreografia veramente suggestiva. Gli alunni, poi, del Liceo Moro, accompagnati dall’insegnante Claudia Cantarelli, hanno proposto una loro riflessione accompagnata da musica, canto e poesia.
Infine un assolo di Doina Mareggini dell’Istituto diocesano di Musica e Liturgia. In questa occasione si è voluto ricordare anche la bella figura di don Luigi Guglielmi a vent’anni dalla sua morte.
Ospite d’onore della serata, presentato dal presidente della Fabbriceria, ingegner Gino Farina, è stato il maestro Andrea Dembech, che ha emozionato la platea con brani di Chopin al pianoforte.
Gli studenti Lucia Romoli e Daniele Ragno, con entusiasmo e sicurezza, hanno presentato la serata, recuperando, nei vari momenti, il tema di quest’anno, che è stato “Magnificat”. Il tema, pertanto, ha ispirato tutti i brani scelti dalle scuole e proposti ai sempre più numerosi spettatori, che hanno molto apprezzato tutte le esecuzioni degli alunni, impegnati a dare il meglio di sé.
L’animatrice e regista della rassegna è la professoressa Carla Bazzani, fabbriciera, che dal 1996, con professionalità e con cura, propone alla città un momento veramente speciale ed unico con l’obiettivo di avvicinare i giovani e i giovanissimi alla Bellezza.
E dal successo della manifestazione pare di poter affermare che l’obiettivo ancora una volta sia stato raggiunto.

Abbonati al nostro giornale

DSC_8474-(Large)

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,