Adolescenti: l’80% inizia a fumare perché lo fanno gli amici

Stampa articolo Stampa articolo

Il 34% degli studenti delle superiori è convinto che le sigarette non siano così dannose come dicono i medici e i media. Il 47% pensa che il vizio provochi solo eventualmente febbre, tosse o mal di stomaco. L’80% inizia “perché lo fanno i miei amici e compagni di scuola”, per otto ragazzi su dieci si può tranquillamente provare, “tanto -dicono- smettere è molto facile”.
E per il 58% la nicotina non dà alcuna dipendenza, “altrimenti sarebbe illegale”. Sono questi alcuni sorprendenti e deludenti dati emersi dal sondaggio condotto dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) attraverso la App “Con le sigarette…Meglio Smettere” fra gli studenti del biennio delle superiori.
Questa indagine fa parte della prima campagna nazionale contro il tabagismo lanciata lo scorso gennaio dalla Società Scientifica Aiom.

Leggi tutto l’articolo di Gabriele Soliani su La Libertà dell’11 giugno

Abbonati online al nostro giornale

adolescenti-fumo

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: ,