Mille bambini al lavoro sul “cibo giusto”

Stampa articolo Stampa articolo

Il percorso di educazione alimentare “Il cibo giusto. Dal campo alla tavola”, promosso da Coldiretti e Donne Impresa nell’ambito del progetto Educazione alla Campagna Amica, si è concluso con le premiazione delle scuole primarie che si sono distinte per i migliori elaborati realizzati nel corso dell’anno scolastico.

I progetti finalisti, provenienti da tutta la provincia, sono stati selezionati da una commissione di esperti sulla base dell’attinenza ai percorsi seguiti durante l’anno e delle libere interpretazioni degli studenti.

Quest’anno il progetto di educazione alla Campagna Amica, che ha coinvolto un migliaio di studenti, ha posto l’accento sul termine ‘giusto’ declinato secondo svariate accezioni.

Gli studenti infatti hanno progettato e creato l’orto declinando giusto = autoproduzione, hanno visitato il mercato contadino declinando giusto = locale, hanno ripercorso la storia delle tradizioni contadine giusto = vero, ed infine hanno ricercato le distorsioni economiche giusto = legalità. Ma ‘giusto’ è anche divertimento, creatività e fantasia attraverso cui rappresentare il percorso del cibo dal campo alla tavola.

Per seguire questo progetto nelle scuole Coldiretti ha creato oltre 50 momenti di incontro con un tutor dell’orto, dell’alimentazione e della storia per affiancare insegnanti e studenti nell’evoluzione del ‘giusto’.

«Osservare gli elaborati di questi ragazzi e pensare ad una possibile graduatoria non è mai facile – hanno commentato i vertici di Coldiretti Reggio Emilia Vito Amendolara e Assuero Zampini. Le scuole sono molto attive nel vivere questo progetto che ormai da anni proponiamo e presentano sempre elaborati di alto valore. Il percorso suggerito sul ‘cibo giusto’ ha attratto e coinvolto ragazzi e insegnanti producendo riflessioni veramente meritevoli che ci rendono la consapevolezza che tutelare l’agricoltura come fonte di cibo è la strada giusta anche per le future generazioni”.

tutor-e-bambini-al-lavoro

1° PREMIO – SCUOLA SECONDARIA ‘E. FERMI’ DI RUBIERA

Per completezza degli argomenti trattati e la valorizzazione del lavoro dei ragazzi attraverso interdisciplinarietà e approfondimenti didatti

2 ° PREMIO  –  SCUOLA PRIMARIA T. RIGHI DI BRESCELLO

Per aver illustrato e portato una “globale” attenzione sui legumi come potente mezzo di comunicazione e condivisione inter culturale tra i ragazzi

3° PREMIO – SCUOLA PRIMARIA ‘A. BERGONZI’ DI REGGIO EMILIA

Per aver raccontato e interpretato personalmente la filiera del cibo dal campo alla tavola

 

PREMIO SPECIALE  –  SCUOLA PRIMARIA ‘E. MORANTE’ DI REGGIO EMILIA

“Il gioco che informa” per aver comunicato attraverso il gioco la bontà dei nostri prodotti, sia tipici che tradizionali, freschi e trasformati ne “Il Domino Del Gusto”

PREMIO SPECIALE  –  SCUOLA SECONDARIA ‘L. DA VINCI’ DI SANT’ILARIO D’ENZA ‘ C’è un posto per tutti’ per aver educato i ragazzi attraverso la condivisione e la socializzazione nell’Orto delle Classi 1°” con l’elaborato “La Fiaba Verde”

Pubblicato in Articoli