«Svegliamoci alla gioia»: un nuovo libro su don Margini

Stampa articolo Stampa articolo

Giovedì 9 giugno presentazione al «Piccolo Teatro in Piazza»

Da La Libertà del 4 giugno

Copertina_fronte_libro-(1)

Copertina del libro

Giovedì 9 giugno, anniversario di ordinazione sacerdotale di don Pietro Margini (foto), alle ore 21, presso il “Piccolo Teatro in Piazza” (il teatro parrocchiale) di via IV Novembre a Sant’Ilario d’Enza, verrà presentato un volume di cui sono autore, “Svegliamoci alla gioia”, e la cui prefazione è opera del vescovo emerito di Ferrara – Comacchio monsignor Paolo Rabitti.
“Svegliamoci alla gioia” è il titolo del libro che ho voluto scrivere sulla vita di don Pietro Margini, sacerdote e padre, che mi ha amato e fatto crescere nella fede.
In qualità di testimone del suo pensiero, del suo cuore e delle sue opere, desidero farlo conoscere a quanti non l’hanno conosciuto.

Nel raccontare ciò che ricordavo, attenendomi a fonti sicure, sono partito dal giorno della sua ordinazione sacerdotale (9 giugno 1940) fino al suo ritorno alla Casa del Padre.
Ho descritto ciò che ha lasciato in eredità a tutti noi attraverso il movimento “Familiaris Consortio” del quale è stato il fondatore, la vita che ha trascorso nella parrocchia di Sant’Eulalia, l’esperienza nuova delle piccole comunità, il valore e il rispetto per la vita diaconale, sacerdotale e familiare.
Ancora oggi mi commuovo nel rivivere e ricordare tutto ciò con voi lettori, perché il Signore mi ha donato una vita vicino ad un santo.

Grazie, don Pietro, per la straordinaria esperienza di amore, vita spirituale, parrocchiale e comunitaria che abbiamo goduto insieme e scusa se in tanti momenti non ho capito tutto ciò che hai desiderato per tutti noi, ad onore e gloria del nostro amato Signore, che tu ora conosci e vedi.

Ad ognuno auguro una buona lettura e spero che questa aiuti a conoscere don Pietro e ad amare di più nostro Signore, svegliandoci alla sua gioia.

Giovanni Spaggiari

Abbonati online al nostro giornale

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura