L’Eucarestia, anticipo di risurrezione

Stampa articolo Stampa articolo

Gesù guarisce per suscitare in chi lo segue la fede

Peccato solo il maltempo: sabato, il giorno prima, era già estate; domenica, improvvisamente autunno, con forti rovesci. Ma per tutto il resto il Giubileo diocesano dei malati, dei disabili e degli anziani – appuntamento preparato per il 29 maggio dall’Ufficio di Pastorale della Salute della Chiesa reggiano-guastallese in collaborazione con Case della Carità, Unitalsi, Centro Volontari della Sofferenza, “Gocce di Speranza” e Movimento Apostolico Ciechi – è stato un evento di grazia. (Clicca per vedere le foto della celebrazione).
Gli ingressi della Cattedrale erano aperti dalle tre del pomeriggio per accogliere gli infermi e i loro accompagnatori e dare loro il tempo di attraversare la Porta Santa e di sostare un momento disteso, senza fretta, in preghiera nei pressi.
Più tardi suor Laura, superiora della Casa della Carità Beata Vergine della Ghiara, ha condotto la recita del Rosario aiutando i presenti a contemplare la misericordia di Gesù nei passi del Vangelo. La celebrazione eucaristica della solennità del Corpo e Sangue del Signore è iniziata alle 16.30. Concelebravano con il Vescovo una decina di sacerdoti.
Nell’omelia, pronunciata a braccio, monsignor Massimo Camisasca ha proposto un’intensa riflessione sul binomio Eucarestia e sofferenza, a partire da una domanda: perché Gesù nel Vangelo esercita tante volte il ministero della cura e della guarigione, se Egli sapeva benissimo che quelle stesse persone che guariva sarebbero poi successivamente di nuovo cadute in qualche forma di malattia e comunque sarebbero morte?
“Innanzitutto perché Gesù ha compassione di noi”, la risposta. Essendo profondamente uomo, il suo animo è agitato e commosso dall’esperienza della sofferenza degli altri, tutte le volte che incontra l’apparente vittoria del male sul bene.

Continua a leggere l’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 4 giugno

Clicca e scopri le offerte di abbonamento al nostro giornale

DSC_4704

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana Taggato con: ,