“Monte Zane, un castello dimenticato dalla storia”, un teatro all’aperto per incontrare Matilde

Stampa articolo Stampa articolo

A poco tempo dalle celebrazioni  del nono centenario matildico si torna ai grandi eventi del  Maggio Matildico a Quattro Castella.

Venerdi  27 maggio 2016 alle ore 21.15 nell’indimenticabile scenario del sagrato illuminato della Chiesa di Sant’Antonino , proprio ai piedi del Bianello e delle Quattro Castella,  si terrà la prima nazionale dell’opera teatrale “Monte Zane, un castello dimenticato dalla storia”, scritta e diretta da Donatella Jager Bedogni e Giuliano Grasselli. Si tratta di un’opera in chiave moderna, dedicata alla grande sfida del Medioevo tra il papa e imperatore , gestita e guidata da una donna di governo del passato, Matilde di Canossa.MonteZane-Volantino-A5

Matilde sarà interpretata da Antonietta Centoducati, che  affronta nuovamente  questo ruolo dopo i successi dello scorso anno,  Enrico IV da Gianni Binelli e Gregorio VII da Mario Stefanini. Al colle di Monte Zane darà la sua voce Leonardo Caliò. Le musiche sono curate dai Maestri Stefano Donelli e Ovidio Bigi.

Una serata sotto le stelle nella miglior tradizione della Freie Bühne,  il teatro all’aperto, tra le vestigia storiche delle Quattro Castella con i colli ancora alla ribalta. Un’esperienza da non perdere, tra giochi di luci e musiche, nei luoghi che furono il palcoscenico di un dramma della storia di mille anni fa, che ebbe ripercussioni incalcolabili sulla società europea del Medioevo e  che ritorna prepotentemente d’attualità.

Organizzata dall’Associazione Amici di Matilde di Canossa e del Castello di Bianello con il patrocinio del Comune di Quattro Castella e la collaborazione di tanti cittadini castellesi, la serata precede la grande festa del Corteo Storico alla sua cinquantunesima rappresentazione.

Ingresso libero.

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni, Slide