L’agroalimentare reggiano verso Germania, Austria e Svezia

Stampa articolo Stampa articolo

Sono 26 imprese dell’agroalimentare – 16 reggiane, 9 modenesi ed una parmense – quelle che il 24 e il 25 maggio saranno a confronto con un gruppo di 9 operatori commerciali provenienti da Germania, Austria e Svezia.

L’iniziativa, promossa dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia in collaborazione con Promec (l’azienda speciale dell’Ente camerale di Modena), guarda dunque a tre Paesi che da soli, nel 2015, hanno assorbito prodotti reggiani per un valore pari a 1,7 miliardi di euro, corrispondenti al 17% dell’intero valore delle nostre esportazioni.

La Germania, peraltro, è leader assoluto per quel che riguarda l’import di beni made in Reggio (poco meno di 1,3 miliardi), ed è il maggior acquirente europeo di prodotti agroalimentari italiani, seguita dall’Austria.

Nel 2015, nei Paesi interessati all’imminente confronto con le imprese emiliane dell’agroalimentare, le esportazioni reggiane hanno registrato tassi di crescita particolarmente rilevanti, con un +3,4% in Germania, un +7% in Svezia e un +2,1% in Austria.

Passando dal Lambrusco al Parmigiano Reggiano, ai prodotti da forno, ai salumi ed altro, gli operatori commerciali dei tre Paesi europei viaggeranno dunque tra le eccellenze agroalimentari locali, già oggetto di recenti confronti con gli esponenti di altre nazioni del vecchio continente (la Svizzera, tra questi, con una delegazione che venne a Reggio Emilia nel novembre scorso insieme ad un gruppo di operatori tedeschi), ma anche di mercati ben più lontani (tra questi Singapore, Hong Kong, Tailandia e Malaysia).

Gli incontri si avvieranno martedì 24 maggio e proseguiranno il 25, con visite anche alle imprese interessate ai confronti.

parmigiano-reggiano2

Pubblicato in Articoli, Associazioni