Restaurata la lapide ai caduti del Regio Liceo «Spallanzani»

Stampa articolo Stampa articolo

Martedì 10 maggio, con una significativa cerimonia, è stata restituita alla città la lapide marmorea realizzata nel 1920 per ricordare gli studenti del Regio Liceo Spallanzani caduti nella prima guerra mondiale.
Nel corso della manifestazione, introdotta dalla dirigente scolastica Maria Rosa Ferraroni, sono intervenuti il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giammaria Manghi, la presidente del Lions Club “La Guglia – Matilde di Canossa” Grazia Corsi, il presidente del “Leo Club” Davide Gasparotto, il presidente della Sezione di Reggio Emilia della Deputazione di Storia Patria Giuseppe Adriano Rossi e il direttore di Istoreco Nando Rinaldi.
Il valore intrinseco e storico del manufatto e la rilevanza del recupero di un’importante testimonianza della storia reggiana qual è appunto la lapide sono stati sottolineati dai relatori. Reggio infatti pagò un altissimo tributo in vite umane: tantissimi i giovani tra i 17 e i 30 anni caduti al fronte o morti per le ferite e le malattie contratte. La cerimonia è stata preceduta dalla lezione che il professor Andrea Marconi, cui va il merito del ritrovamento e dello studio della lapide, ha svolto nell’atrio del Liceo alle classi quarte.

Leggi l’articolo su La Libertà del 21 maggio

Clicca e abbonati online al nostro giornale, è più conveniente!

autorita'-lapide

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,