È scomparso monsignor Bertoli, cappellano a Pianosa e a Montelupo Fiorentino

Stampa articolo Stampa articolo

Il Vescovo Massimo Camisasca, i Vescovi emeriti Paolo Gibertini e Adriano Caprioli, con il Presbiterio di Reggio Emilia-Guastalla, ricordano nella preghiera Monsignor Ferdinando (Nando) Bertoli di anni 86 dell’Istituto secolare “Servi della Chiesa” passato da questo mondo al Padre; per il suo ministero nella Diocesi di Massa Marittima-Piombino, come cappellano del carcere di Pianosa (1974-1998) e, nella Diocesi di Firenze, come cappellano dell’OPG di Montelupo (2001-2013), ringraziano Dio e per lui implorano misericordia e pace eterna.

La liturgia di commiato è stata presieduta nella mattinata di lunedì 9 maggio dal Vescovo di Massa Marittima-Piombino, Mons. Carlo Ciattini

Mons.Bertoli_Madre-Teresa

Monsignor Bertoli con Madre Teresa

 

Si è spento la mattina di venerdì 6 maggio nella Casa San Giuseppe di Montecchio mons. Ferdinando Bertoli, appartenente all’Istituto dei Servi della Chiesa in cui era entrato sotto la guida di mons. Dino Torreggiani.
Nato a Cadiroggio il 24 maggio 1930, don Nando è stato ordinato sacerdote il 6 dicembre 1973 a Piombino.
Ha svolto il suo ministero sacerdotale come cappellano dapprima per quasi cinque lustri nel carcere di massima sicurezza di Pianosa, poi per un decennio nell’OPG di Montelupo Fiorentino.
Furono i reclusi di Pianosa a sollecitare dal vescovo la sua nomina a prelato d’onore di Sua Santità.
Don Nando aveva saputo stabilire profondi legami con gli agenti di custodia e con i reclusi, verso cui ha sempre dimostrato una profonda attenzione.
Nel giugno del 1986 accolse a Pianosa madre Teresa di Calcutta, in visita al carcere (foto).

Mons.Bertoli_Madre-Teresa_Pianosa

Don Nando, che ragazzo conobbe Rolando Rivi, riposerà nel cimitero di San Valentino accanto ai genitori, al fratello e alla sorella.

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana