Giubileo: in tv arriva MISERICORDIANDO

Stampa articolo Stampa articolo

Promessa mantenuta. Lanciando in marzo “L’alfabeto della fede” avevamo espresso il desiderio di riportare in tv una finestra il più possibile permanente sulla vita della nostra Chiesa. Ebbene, non senza corse e incognite il Centro diocesano per le Comunicazioni sociali è lieto di annunciare che dal 14 maggio al 16 luglio, su Telereggio, andrà in onda una nuova trasmissione pensata per questo Anno Santo straordinario e non a caso intitolata Misericordiando.
Il titolo della trasmissione è un neologismo papale-papale, frutto della creatività pastorale di Francesco, che riscrive le regole del latino, dello spagnolo e dell’italiano e arricchisce di nuovi vocaboli il dizionario della vita. Un termine che il Papa ha spiegato sia a padre Antonio Spadaro, direttore de La Civiltà Cattolica, mettendolo in relazione al motto pontificio “Miserando atque eligendo”, sia al suo amico giornalista e scrittore argentino Jorge Milia, a cui Bergoglio ha detto: “Il gerundio latino miserando è intraducibile sia in italiano che in spagnolo. Mi è venuto in mente di tradurlo con un altro gerundio che non esiste: misericordiando”. Allora, se a trovare accoglienza a furor di popolo ce l’ha fatta l’aggettivo Petaloso, ci siamo detti in redazione, come non dare dignità mediatica a Misericordiando? E così è stato, con la complicità – quanto alla diffusione – di Telereggio (canale 14), che metterà in onda il programma il sabato sera alle 20.45 e in replica la domenica alle 15, fino a estate inoltrata.

Continua a leggere l’editoriale di Edoardo Tincani su La Libertà del 7 maggio

Abbonarsi online al nostro giornale conviene di più!

PRIMAPAGINA_LaLiberta_20160507

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: ,