Sbloccati fondi per migliaia di agricoltori

Stampa articolo Stampa articolo

Sono state sbloccate le procedure di pagamento dei fondi comunitari per oltre un migliaio di aziende reggiane, che si sommano alle centinaia di migliaia di agricoltori italiani.

Ad annunciarlo è la Coldiretti dopo che Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, ha avviato l’iter per far arrivare alle aziende i finanziamenti dovuti.

«A Reggio Emilia è di oltre 10 milioni di euro l’importo atteso dai piccoli agricoltori e dalle aziende agricole che non aveva ricevuto l’anticipo Pac ad ottobre scorso – commentano con soddisfazione Vito Amendolara e Assuero Zampini della Coldiretti reggiana. Lo sblocco tanto atteso da tutte le imprese agricole è stato fortemente sollecitato da Coldiretti anche perchè rappresenta una boccata d’ossigeno per la gestione aziendale dopo il crollo dei prezzi dei prodotti agricoli».

«Ora i tempi di arrivo effettivo dei fondi – spiega Angelo Cabassi, responsabile Centro Assistenza agricola di Coldiretti – dipenderanno da Agrea che è l’organismo pagatore dell’Emilia Romagna. I pagamenti – precisa Cabassi – erano stati sospesi a causa della necessità di calcolare l’esatto ammontare dei titoli definitivi. Un’incertezza determinata dal fatto che si tratta del primo anno di applicazione della nuova Politica agricola comune (Pac) dell’Unione Europea che a Reggio Emilia riguarda oltre 5 mila azienda».

A novembre Agea aveva erogato un anticipo dei fondi, circa la metà della somma, che avevano “raggiunto” però solo il 50 per cento degli aventi diritto. Ora, con la pubblicazione del registro dei titoli definitivi, verrà inviata la seconda tranche del pagamento, comprese le aziende che non avevano ancora ricevuto nulla a cui i soldi saranno inviati tutti assieme.

Il completamento dei pagamenti alle aziende è importante – sottolinea Coldiretti – anche in considerazione dell’imminente scadenza del termine per la presentazione della Domanda Pac 2016, che dovrà essere effettuata entro il prossimo 15 maggio. A tale proposito la Coldiretti invita tutti gli agricoltori interessati a recarsi quanto prima presso i propri uffici.

coldiretti1

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni