Che successo il Lions Day alla Reggia di Rivalta!

Stampa articolo Stampa articolo

Una domenica davvero straordinaria quella celebrata oggi alla Reggia di Rivalta.

Il Lions Day, l’evento celebrato in tutto il mondo e preparato per mesi con un’organizzata curata nei minimi dettagli dagli oltre 400 soci degli undici Lions Club della nostra provincia, ha attirato intere famiglie per tutta la giornata.

Tante le attrazioni, realizzate in collaborazione in collaborazione con Podistica Biasola, Podistica Bismantova, New Bike, Gruppo Arcieri Val d’Enza e Regium Lepidi Sagittis e l’Associazione “Insieme per Rivalta”: gare podistiche per giovani e adulti, gimkane per bambini e ragazzi, gare di tiro con l’arco e visite guidate alle mostre allestite negli splendidi sotterranei della Reggia.

Ma i veri protagonisti della giornata quest’anno sono stati gli intelligentissimi cani guida per non vedenti arrivati direttamente da Monza, dove opera il Servizio cani guida dei Lions-Limbiate.

“Ogni anno riusciamo ad addestrare circa 50 cani guida a fronte di una richiesta di circa 150 cani – spiega il consigliere del Servizio, Roberto Monguzzi – questo significa che il non vedente deve attendere circa tre anni per ottenere uno di questi straordinari compagni di vita”.

Il-pubblico-del-Lions-Day

L’addestramento dei cani, scelti prevalentemente tra labrador e golden retriever, dura circa un anno, a cui va aggiunto il periodo di accompagnamento al nuovo compagno. Un lavoro lungo e paziente, che richiede un impegno economico ingente, sostenuto interamente dai Lions Club di tutta Italia, ma ampiamente ripagato dal servizio che questi animali eccezionali sono in grado di rendere.

Commovente infatti la dedizione e l’amore che dimostrano ai padroni non vedenti, i quali affidano agli amici a quattro zampe la loro stessa vita.

Chiamati anche “Cavalieri dei non-vedenti”, i Lions hanno dedicato questa edizione reggiana del Lions Day al programma mondiale Sight First, volto a debellare la cecità prevenibile e reversibile e prestare servizio alle persone colpite da cecità.

Per questo, oltre alla consueta raccolta di occhiali usati, grazie alla collaborazione con Federottica che ha messo a disposizione negli spazi della festa un rifrattometro ottico digitale di ultima generazione, nel corso del pomeriggio alcuni volontari ottici e optometristi di Reggio Emilia hanno sottoposto a una visita preventiva gratuita circa un centinaio di persone fra bambini e adulti.

La-guida-illustra-il-plastico-della-Reggia-di-Rivalta

Grande la partecipazione del pubblico anche agli eventi sportivi e ludici organizzati dal mattino a sera e moltissime le persone che si sono avvicinate con curiosità e interesse agli otto gazebo allestiti nel parco, dove i Soci hanno presentato alcuni dei loro service principali e spiegato come partecipare alle attività ed entrare a far parte della grande famiglia dei Lions.

Un successo meritato che testimonia l’affiatamento dei Soci Lions reggiani nel mettersi al servizio dei cittadini e del territorio, al fianco delle associazioni e delle istituzioni locali, in ottemperanza al loro motto che recita “We serve. Dove c’è un bisogno c’è un Lions”.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: ,