I vincitori di “Appennino Gastronomico”

Stampa articolo Stampa articolo

Nella splendida cornice delle colline di Fosdinovo, crocevia tra Emilia, Toscana e Liguri, si è festeggiata l’ottava edizione della rassegna ‘Appennino Gastronomico – Menu a Km Zero’. Il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, Coldiretti e la Scuola internazionale di Cucina Italiana, ALMA, hanno premiato i vincitori delle tre categorie previste dal concorso. Per la classifica dei migliori ristoranti del Parco Nazionale, si aggiudica il primo premio il Villaggio Anemone di Sillano-Giuncugnano in Garfagnana (LU); sul podio più alto della categoria ristoranti della Riserva ‘Uomo e Biosfera’ dell’UNESCO sale l’Agriturismo La Burlanda di Fosdinovo (MS); tra i produttori la palma d’oro va all’azienda Ca’ Mezzadri di Corniglio (PR). Otto le menzioni speciali.

L’idea vincente di questa ultima edizione di ‘Appennino Gastronomico’ è stata quella di coinvolgere trenta ristoratori e sessantaquattro produttori di un territorio 10 volte più grande del Parco Nazionale, unito in un grande progetto riconosciuto dall’UNESCO come Riserva MaB. Una ricchezza enorme in termini di biodiversità, eccellenza e qualità enogastronomica. Così, il Menu a Km Zero si conferma un’opportunità importante per ristoratori e produttori che rafforzano la rete di collaborazione tra aziende, ma anche per chi sceglie di lasciarsi sorprendere e coccolare, partendo dalla tavola.

vincitoriVIIIedizioneAppenninoGastronomico

I vincitori dell’edizione Appennino Gastronomico

“I ristoratori e gli operatori agricoli, che producono, cucinano e servono in tavola i sapori autentici della nostra terra, sono tra le nostre maggiori risorse – afferma il direttore del Parco Nazionale, Giuseppe Vignali – La rassegna che abbiamo ideato, già otto anni fa, è un’azione pilota di promozione economica e turistica e start up di nuove relazioni e capacità multi-settoriali di piccoli imprenditori e del territorio. E’ un progetto a cui il Parco Nazionale tiene tantissimo, anche perché ci permette di lavorare in sinergia con partner importanti come Coldiretti e ALMA. La scelta di estendere ‘Appennino Gastronomico’ a tutta l’Area Uomo e Biosfera dell’ UNESCO dell’Appennino tosco emiliano è una naturale evoluzione di questo percorso”.

“Anche quest’anno riconfermiamo l’impegno di ALMA nell’opera di promozione e sviluppo del Parco Nazionale dell’Appennino Gastronomico – aggiunge Andrea Sinigaglia, Direttore Generale ALMA – con una competizione sempre più raffinata nell’esecuzione e profonda nel messaggio, soprattutto nel momento storico in cui l’UNESCO riconosce al Parco il valore di territorio MAB. Ancora una volta quello che desta stupore sono le persone di questo territorio, tutti i ristoratori e i protagonisti di questa nuova comunità sempre più organizzata e ricca di progettualità. Obiettivo della prossima edizione della rassegna sarà infatti dare sempre più voce, in maniera originale e corale, a questa community, attraverso il racconto del gusto, dei prodotti e delle tradizioni che caratterizzano la storia della loro attività”.

menzione_MIGLIOR-PIATTO-KM0_Agriturismo-Valle-dei-Cavalieri-–-Succiso-(RE)

Menzione “Miglior Piatto km0” – Agriturismo Valle dei Cavalieri, Succiso (RE)

 

“La rassegna ‘Appennino Gastronomico’, quest’anno riprende perfettamente la filosofia del progetto Campagna Amica, realizzato da Coldiretti con l’obiettivo di creare un rapporto diretto tra agricoltura e cittadini al fine di restituire valore agli agricoltori, ma anche qualità e certezze ai consumatori – spiega Maria Adelia Zana, Coldiretti Emilia Romagna – Un’occasione per stringere sinergie tra i produttori presenti nell’Appennino Tosco Emiliano, sicuramente a poca distanza dai ristoratori che interpretano prodotti e ricette; un’opportunità per permettere alle diverse realtà produttive del territorio, poste sulla stessa filiera, di conoscersi e interagire. Non solo una possibilità economica, però, di crescita per entrambe e un vero vantaggio per chi sceglie di compiere un viaggio gastronomico nel Parco Nazionale e nella Riserva MaB UNESCO dell’Appennino Tosco Emiliano”.

Classifica
RISTORANTI MAB:
1) Agriturismo La Burlanda – Fosdinovo (MS)
2) Podere Cristina – Lesignano Bagni (PR)
3) Agriturismo Casalia – Paullo di Casina (RE) ex equo Il Bacher – Berceto (PR)
RISTORANTI PARCO:
1) Villaggio Anemone – Sillano/Giuncugnano (LU)
2) Al Vecchio Tino – Fivizzano (MS)
3) Baita d’Oro – Castelnovo ne’ Monti (RE) ex equo Montagna Verde – Licciana Nardi (MS)
MENZIONI:
SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO E DEI PRODUTTORI: Da Berto – Monchio delle Corti (PR)
SERVIZIO E PRODOTTO: Da Claudia – Corniglio (PR)
TENICA ED EQUILIBRIO: Il Ginepro – Castelnovo ne’ Monti (RE)
ATMOSFERA: Podere Conti – Filattiera (MS)
ACCOGLIENZA E CORDIALITA’: Il Capolinea – Castelnovo ne’ Monti (RE)
VALORIZZAZIONE DEL TURISMO GASTRONOMICO: Antica Osteria Ca’ del Gallo – Comano (MS)
MIGLIOR PIATTO KM0: Agriturismo Valle dei Cavalieri – Succiso (RE)
STAGIONALITA’: Ristorante Il Pozzo – Pieve Fosciana (LU)
PRODUTTORI:
1) Ca’ Mezzadri – Corniglio (PR)
2) Az. Agr. Il Laghetto – Ramiseto (RE)
3) Az. Agr. Madonnina delle Nevi di Ettore Rio – Corniglio (PR)
4) Az. Agr. Boschetti Giancarlo – Licciana Nardi (MS)

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: ,