Il decalogo del «Bilbagno»

Stampa articolo Stampa articolo

Dal 2007 la società sportiva opera sui campi della parrocchia di Villa Bagno. Nata come scuola calcio, conta otto squadre, tutte iscritte ai campionati Csi

L’Atletico Bilbagno nasce nel 2007 come scuola calcio della parrocchia di Villa Bagno allo scopo di formare i bambini e i ragazzi e di farli crescere in un ambiente sano, sicuro e pieno di divertimento, nel rispetto degli altri e secondo i principali valori insiti nello sport.
Il presidente Tony Miosi e il suo staff dirigenziale garantiscono un’ottima gestione della società e la loro costante presenza permette un’efficiente relazione con le famiglie oltre che con gli atleti stessi, che si sentono quindi tutelati e guidati nel loro cammino di crescita sportivo e personale.
In un’edizione del periodico parrocchiale “Bilbanews” è stato pubblicato il decalogo del buon atleta che tutti sono tenuti rigorosamente a rispettare, un decalogo che dovrebbe essere diffuso come documento ufficiale per tutte le società di settore giovanile e non solo.
La prima di queste dieci regole è il tenere un atteggiamento di massima serietà e professionalità dentro e fuori dal campo.
La seconda consiste nel rispettare l’orario degli allenamenti, presentandosi in campo 10 minuti prima dell’orario prefissato. Inoltre, occorre avvisare sempre i propri allenatori in caso di eventuale assenza dagli allenamenti e/o dalle partite. In questo contesto, al termine di ogni seduta, è importante fare sempre la doccia, sia per essere puliti dopo aver sudato, rimettendosi vestiti asciutti, sia perché le squadre crescono a livello di coesione anche all’interno dello spogliatoio.

Leggi l’articolo di Lorenzo Chierici su La Libertà del 26 marzo

Per abbonarti al nostro giornale CLICCA QUI

Schermata-2016-03-21-alle-12.02

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , ,