Nella veglia per i missionari martiri l’evangelica «illogicità» del perdono

Stampa articolo Stampa articolo

Tanti ragazzi in ascolto della testimonianza di suor Chiara Lusetti

Nella serata di giovedì 17 marzo, nella chiesa parrocchiale di San Luigi Gonzaga, alla Pappagnocca (Reggio), si è svolta la veglia di preghiera per i missionari martiri presieduta da don Romano Zanni, direttore del Centro Missionario e vicario episcopale per la Carità e le Missioni. Alla veglia ha portato la sua testimonianza suor Chiara Lusetti, Missionaria Francescana (e reggiana) del Verbo Incarnato, rientrata dal Centrafrica.
La veglia è stata pensata sullo stile delle celebrazioni di Taizé, con canoni, testi e momenti di silenzio per l’interiorizzazione di quanto ascoltato, aiutati soprattutto – per i canti e i segni (luci per ogni missionario ucciso nel 2015, ricordato anche con un breve profilo biografico) – dal Coro della Preghiera di Taizé della comunità di Scandiano.
Canonicamente la serata di anniversario per ricordare queste persone che hanno dato la vita per il Signore è il 24 marzo, memoria dell’uccisione del beato monsignor Oscar Romero di El Salvador (America centrale): quest’anno però, essendo tale data il Giovedì Santo, la celebrazione è stata anticipata di una settimana.

Leggi tutto l’articolo di Andrea Bonati su La Libertà del 26 marzo

Abbonarsi online al nostro giornale conviene di più!

LusettiChiara

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,