Monsignor Pietro Iotti sacerdote da 70 anni

Stampa articolo Stampa articolo

Giovedì 24 marzo il vescovo Massimo ha presieduto in Cattedrale la tradizionale Messa Crismale, nel corso della quale ha benedetto il sacro crisma che viene utilizzato per i sacramenti del Battesimo, della Cresima, dell’Ordine e gli oli per i catecumeni e gli infermi.
Nel corso della celebrazione i sacerdoti hanno rinnovato le loro promesse di ordinazione: infatti il Giovedì Santo ricorda l’istituzione del sacerdozio. Inoltre sono stati ricordati significativi traguardi raggiunti da alcuni presbiteri nel loro ministero.

papa-Francesco_Monsignor-Iotti

Papa Francesco e monsignor Iotti

Mons. Pietro Iotti, classe 1923, festeggia quest’anno il settantesimo di ordinazione sacerdotale; venne infatti consacrato presbitero dal vescovo Beniamino Socche in Cattedrale il 29 giugno 1946, assieme ad altri sedici confratelli. Questo il suo curriculum sacerdotale: dapprima curato nella parrocchia cittadina dei Santi Giacomo e Filippo accanto al priore mons. Antonio Fornaciari; poi si sono susseguiti impegnativi incarichi a livello diocesano: assistente del Centro Sportivo Italiano – ufficio rivestito anche a livello regionale -, presidente della Pontificia Opera di Assistenza, cappellano della Polizia di Stato e dal lontano 1950 dei Vigili del Fuoco.
Non meno rilevanti gli uffici assunti a livello nazionale: assistente ecclesiastico della Pontificia Fondazione “Centesimus Annus” e dal 2002 presidente dell’Associazione “Giovanni Palatucci” sorta per sostenere la causa di beatificazione dell’eroico questore di Fiume.
Festeggia i 60 anni di sacerdozio don Ercole Artoni, nato nel 1930, ordinato dal vescovo Socche il 24 giugno 1956; già vicario a Masone e Mancasale, ne fu poi parroco dal 1964 al 1977, quando fondò la Comunità Papa Giovanni XXIII.

Ricordano il 50° di ordinazione don Evangelista Margini, don Romano Messori, don Orazio Salsi, ordinati dal vescovo Gilberto Baroni e don Piergiorgio Saviola ordinato dal vescovo Bonifacio Bertoli. Sempre 50 anni or sono nella diocesi di Guastalla furono ordinati sacerdoti dal vescovo Angelo Zambarbieri: don Ideo Iori e don Gianfranco Caleffi.

Sono stati ordinati nel 1991 da mons. Gibertini: don Gianni Bedogni, don Achille Melegari, don Pietro Paterlini e don Giancarlo Bertolini. Festeggiano altresì il venticinquesimo di ordinazione tre sacerdoti polacchi ordinati nella diocesi di Lomza, ma incardinati nella diocesi reggiano-guastallese dove svolgono il loro ministero: don. Darmetko Wojciech, don Krankowski Bogumil e don Rostkowski Bogdan.
Dieci anni or sono il vescovo Adriano Caprioli consacrava presbiteri: don Paolo Crotti, don Giancarlo Denti e don Paolo Tondelli.

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: ,