La missione spaziale Exomars parla reggiano grazie alla Fagioli

Stampa articolo Stampa articolo

Ha preso il via nei giorni scorsi dalla base russa di Baikonur, nel Kazakistan, la missione spaziale europea Exomars, che porterà entro ottobre una sonda nell’orbita marziana, dove resterà per sette anni alla ricerca di tracce della presenza di vita, presente o passata.

L’impresa reggiana Fagioli – che opera nel campo movimentazioni e sollevamenti eccezionali, trasporti eccezionali, spedizioni internazionali – ha gestito dall’inizio le attività operative del Programma Spaziale, seguendo il coordinamento logistico e i trasporti delle componenti principali della sonda e del modulo di atterraggio.

“Al termine delle fasi di integrazione e dei test presso i siti Thales Alenia Space di Cannes in Francia e di Torino, i moduli spaziali e tutto il materiale a corredo della missione sono stati trasferiti da Fagioli con l’impiego di oltre 40 camion presso l’aeroporto di Torino Caselle, dove sono stati imbarcati su tre aeromobili cargo Antonov con destinazione Cosmodromo di Baikonur” – ha spiegato il Direttore Generale Moreno Massetti, che ha assistito in diretta al lancio della sonda presso il quartier generale di Thales Alenia.

I tecnici altamente specializzati di Fagioli successivamente si sono recati in Kazakistan per circa due settimane, curando direttamente il coordinamento logistico del rientro di tutto il materiale.

fagioli2

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,