“Via Crucis”, Graziano Pompili in mostra a Montecchio

Stampa articolo Stampa articolo

Il Comune di Montecchio Emilia è lieto di presentare la mostra “Via Crucis” dello scultore montecchiese Graziano Pompili; l’evento si inserisce nel progetto “Profeti in Patria: Cammini d’artista a Montecchio Emilia” un percorso lungo un anno, fatto di eventi, mostre e incontri dedicati alle opere dell’artista montecchiese, che è iniziato lo scorso ottobre con l’esposizione di grandi sculture negli spazi espositivi del castello medievale.

L’inaugurazione della mostra “Via Crucis”, seconda tappa di questo progetto culturale, è fissata per sabato 19 marzo alle ore 18, presso la sede di Casa Cavezzi (via Vittorio Veneto); interverranno Mons. Tiziano Ghirelli, Direttore dell’Ufficio Beni Culturali e del Museo Diocesano di Reggio Emilia, e Sandro Parmiggiani critico d’arte e curatore della mostra.

deposizione_pompili2

Deposizione – Pompili –

 Così il curatore Sandro Parmiggiani descrive la mostra:

Pompili ha compiuto una scelta del tutto insolita: nessuno dei corpi che calcano questa tragica ribalta reca la testa, come se in questa rappresentazione fosse necessario alludere a una così peculiare condizione umana. Quando, come nella Stazione VI, finalmente compare una testa, quella di Cristo, che occupa tutta la superficie della formella, essa viene detta con un contorno inciso sulla terracotta: allusione all’immagine, alla sindone, impressa sul tessuto di lino con cui la Veronica ha appena finito di asciugare il volto insanguinato di Gesù. Il segreto del fascino di queste formelle sta forse nel fatto che esse si reggono su elementi, su un lessico, su una struttura compositiva che immediatamente evocano nel nostro immaginario memorie visive, sentimenti, associazioni.

grazianoPompili

Graziano Pompili

Chi guarda questa Via Crucis reagisce alle forme, alle figure e ai dettagli di questa rappresentazione, vi riconosce qualcosa che gli appartiene, che riaffiora dalla propria memoria. Ecco dove si fonda l’esperienza dello sguardo di chi, sapendo darsi il tempo della contemplazione, senza passare frettolosamente accanto all’opera, potrà ripensare alla propria esperienza esistenziale, connettervi qualche suo ricordo, o ritornare alla perenne realtà delle quotidiane crudeltà.”

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino al 30 aprile nei giorni di sabato e domenica dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18; inoltre su prenotazione nelle altre giornate. Per informazioni e prenotazioni contattare la Biblioteca Comunale al numero 0522/861864.

Inoltre, domenica 3 aprile alle ore 20.45 al Castello Medievale di Montecchio Emilia, concerto del Coro Estense di Montecchio “La via Crucis di Franz Liszt” con la presentazione del Maestro Paolo Da Col; a seguire visita alla mostra accompagnati dall’Artista.

Il progetto “Profeti in Patria: Cammini d’artista a Montecchio Emilia” proseguirà con l’esposizione di grandi sculture di Graziano Pompili in spazi urbani di Montecchio appositamente scelti; inoltre sono previste visite allo studio dell’artista e visite guidate.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,