“Il Simpaticissimo 2016”: gran finale per la stagione “d’argento” del “Corso”

Stampa articolo Stampa articolo

Gran finale per la XXV Rassegna di Teatro Dialettale e Musicale del Corso di Rivalta, che domenica 20 marzo terminerà con Il Simpaticissimo 2016, coinvolgente competizione che sarà presentata dall’attore Claudio Anceschi de Il Muretto, la storica compagnia padrona di casa.

La manifestazione è giunta alla sedicesima edizione e si è sempre contraddistinta per la capacità di coniugare puro divertimento e sana rivalità, che anche quest’anno saranno garantiti dagli sketch degli artisti che torneranno sul palco di Via Sant’Ambrogio con l’obiettivo di scrivere il proprio nome nel palmarès della gara. Si tratta dei dieci Premio Simpatia delle altrettante formazioni che si sono esibite in abbonamento durante la stagione “d’argento” organizzata dalla sala alle porte della città, un cartellone di quindici date realizzate – tra ottobre e marzo – grazie al sostegno di vari esercizi locali e all’ormai collaudata collaborazione con Il Resto del Carlino.

PhGruppoIlSimpaticissimo2015

Gruppo “Il Simpaticissimo 2016”

I protagonisti dell’iniziativa sono stati eletti dagli spettatori delle singole commedie abbinate al concorso, che hanno votato l’interprete più esilarante del gruppo a conclusione di ogni rappresentazione inserita nella competizione. Per esprimere la preferenza bastava apporre una crocetta sulla scheda di valutazione e gradimento consegnata dalle maschere all’ingresso del teatro, un agile documento che ha consentito allo staff del Corso di raccogliere anche informazioni “qualitative” relative alle proposte artistiche. L’appuntamento è alle 21, quando i riflettori saranno puntati su Athos Marchesini de Gli Artristi di San Cesario sul Panaro, in provincia di Modena, Manuela Landini di Quî di Laghètt ed la Séda di Villa Seta, Paolo Mazzacurati della Compagnia Bruno Lanzarini di Bologna, Lello Pantani della formazione Teresianum di Scandiano, Gabriele Maretti del Gruppo Teatro Aperto di Moglia, nel mantovano, Tiziana Patacini dell’Artemisia Teater e Mauro Incerti, entrambi di Reggio Emilia, Massimo Petroncini de Il Teatro del Reno di Pieve di Cento, nel bolognese, Giancarlo Baroni de Il Muretto di Rivalta e Simone Francia di Qui’d Cadrós di Cadiroggio, che si è aggiudicato Il Simpaticissimo 2015 con la spassosa scenetta Beinvgnù Don Tiberio.

Il Corso accoglierà chiunque desideri trascorrere un paio d’ore all’insegna del divertimento, assaporando un concentrato di esibizioni diverse tra loro, accomunate dalla consegna di una targa personalizzata a ciascun sfidante. Gli artisti in lizza per il titolo avranno a disposizione dieci minuti – durata massima di ogni intervento – per conquistare il pubblico e, in particolare, gli abbonati, che saranno chiamati a esprimere una sola preferenza al termine dell’ultima performance. A differenza del Premio Simpatia, infatti, l’elezione de Il Simpaticissimo è legata esclusivamente al voto degli abbonati, sempre fornito in forma scritta, anonima e volontaria. Tale modalità è adottata dalla nascita del concorso e si fonda sul giudizio degli spettatori che, presumibilmente, hanno assistito a gran parte delle commedie, contribuendo quindi alla selezione diretta dei candidati; è inoltre finalizzata a limitare i disequilibri che potrebbero essere creati da gruppi di sostenitori più o meno numerosi, con evidente agevolazione di attori e formazioni maggiormente popolari nel territorio. I concorrenti possono gareggiare da soli, con alcuni o tutti i membri della compagnia, in base a quanto comunicato agli organizzatori della serata, che sarà a ingresso gratuito e che, una volta terminato lo spoglio dei voti, si concluderà con la proclamazione del vincitore. L’interprete più divertente riceverà il relativo riconoscimento dalle mani di Andrea Fiori, giornalista dell’edizione reggiana de Il Resto del Carlino, che ha patrocinato sia il Premio Simpatia che Il Simpaticissimo.

Per informazioni e prenotazioni: 339-7117163.

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,