A proposito di certi libri per bambini esposti in biblioteca

Stampa articolo Stampa articolo

Presa di posizione dell’Osservatorio per l’Educazione accompagnata da una nota del vescovo Massimo

Recentemente alcuni quotidiani locali hanno riportato la notizia che nella biblioteca del Comune di Casina, negli spazi appositamente dedicati ai bambini da zero ai sei anni, sono state esposte pubblicazioni che contengono raffigurazioni e didascalie inappropriate totalmente inadatte ai bambini di quella età, pretendendo forse – in questo modo – di fornire un’educazione alla sessualità e alla conoscenza del proprio corpo, difficilmente comprensibili per bambini di quell’età.
Forse maggiore responsabilità e preoccupazioni di ordine psicologico avrebbero consigliato un diverso stile di presentazione delle opere poiché i libri in oggetto sono liberamente consultabili dai piccoli.
Il fatto deve suscitare in tutti, soprattutto fra i genitori – primi educatori dei figli – una approfondita riflessione e dissenso per le modalità con cui immagini e contenuti, finalizzati ad una sessualizzazione precoce e totalmente sganciata da un percorso educativo in armonia con l’età, vengono presentati a bambini così piccoli e senza opportune intermediazioni degli adulti.

Leggi tutto l’articolo a cura dell’Osservatorio per l’Educazione di Reggio Emilia su La Libertà del 19 marzo

Abbonati online al nostro giornale

famiglia-legge-3

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,