Monsignor Caprioli per l’arcivescovo Romeo Panciroli

Stampa articolo Stampa articolo

Dieci anni or sono si spegneva a Roma l’arcivescovo reggiano Romeo Panciroli, comboniano, direttore della Sala stampa vaticana e nunzio apostolico in Iran.

Era nato a Codemondo il 21 novembre 1923; poi la numerosa famiglia – otto fratelli e una sorella- si trasferì a San Polo d’Enza. Entrato nella congregazione dei missionari comboniani, era stato ordinato sacerdote l’11 giugno 1949. Fu stretto collaboratore di mons. Sergio Pignedoli e lavorò nella nunziatura in Nigeria. Il 24 settembre 1973 Paolo VI lo nominava segretario della Pontificia Commissione per le comunicazioni sociali. Sempre papa Montini lo chiamava il 3 giugno 1976 alla direzione della Sala Stampa della Santa Sede, incarico delicato e prestigioso che ha mantenuto sino al 6 novembre 1984, quando Giovanni Paolo II lo elesse arcivescovo di Noba e lo nominò nunzio apostolico in Libera, e quindi Gambia e Sierra Leone, dove rimase sino al 1987. Ricevette la consacrazione episcopale nella Cattedrale di Reggio Emilia domenica 16 dicembre 1984 dal cardinale Bernardino Gantin; coconsacranti furono i vescovi Baroni e Lourdusamy; concelebrarono, tra gli altri i vescovi Camillo Ruini, John Foley, Giovanni Battista Re; prestò servizio la schola cantorum del Seminario diretta da mons. Guerrino Orlandini.

arcivescovo-Romeo-Panciroli

Arcivescovo Romeo Panciroli

 

Annunciando alla Chiesa reggiano-guastallese la sua nomina ad arcivescovo, mons. Gilberto Baroni lo definì un “sacerdote e religioso ben conosciuto in diocesi, spiritualmente e culturalmente preparato, e sempre gentilmente disponibile per chi faceva ricorso a lui” e sottolineò il legame forte sempre mantenuto da mons. Panciroli con la sua diocesi natale.

Il 1 agosto 1987 l’arcivescovo Panciroli diveniva nunzio in Guinea e il 18 marzo 1992 assumeva la guida della nunziatura dell’Iran, dove rimase sino all’aprile del 1999.

Profondamente legato a Paolo VI, ne curò attivamente la memoria con varie iniziative.

Le esequie di mons. Panciroli si svolsero nella basilica della Ghiara, presiedute da mons. Caprioli; padre Romeo riposa nel cimitero di San Polo. Sarà lo stesso vescovo emerito Adriano a presiedere mercoledì prossimo, 16 marzo, alle ore 19.00 nella chiesa di Pontenuovo di San Polo la celebrazione eucaristica di memoria e suffragio. Alle 21, nell’oratorio giovanile “Dom Helder Camara”, mons. Caprioli terrà una conferenza dal titolo “Paolo VI segreto – L’uomo, il pastore, il santo”.

g.a.rossi

Pubblicato in Archivio Taggato con: ,