Il Rotary International ha festeggiato 111 anni

Stampa articolo Stampa articolo

Il Rotary International, il 23 febbraio ha festeggiato i centoundici anni dalla sua costituzione.

I Rotary Club dell’Area Emiliana 1 – Reggio Emilia, Guastalla, Reggio Emilia Val di Secchia, Reggio Emilia Terra di Matilde – nel pieno rispetto delle finalità che contraddistinguono questa straordinaria associazione diffusa in tutto il mondo, hanno scelto di celebrare il Rotary Day con la realizzazione di alcuni Service a favore delle Comunità nelle quali operano.

In particolare, il Rotary Club Reggio Emilia conferma il suo sostegno alle associazioni che operano a favore delle fasce sociali più deboli e bisognose e rinnova la donazione all’Associazione Madonna dell’Uliveto – che dal 1997 offre ospitalità assistita a malati oncologici gravi e alle loro famiglie – con un contributo per l’acquisto di due pompe infusionali per la terapia del dolore, oltre alla fornitura per sei mesi di telini morbidi per detergere il viso dei pazienti.

Il Rotary Club Guastalla, in occasione del “Concorso Letterario Ginetto Tosi”, dedicato quest’anno al tema della “Pace” – che coinvolge gli studenti delle ultime classi di ciascun ordine scolastico nello svolgimento di un tema il cui titolo viene scelto dagli insegnanti di lingua italiana in base al grado di maturità degli studenti – assegnerà, in aggiunta ai premi originari, tre “Premi speciali Rotary per la Pace” al primo classificato di Scuola Primaria, Secondaria e Superiore.

Il Rotary Club Reggio Emilia Val Di Secchia dona attrezzature e materiali necessari per le attività di primo soccorso alla Croce Rossa-Comitato di Scandiano e, con il patrocinio del Comune di Scandiano, sostiene l’organizzazione di due serate-lezioni dimostrative (18 febbraio e 3 marzo, presso la Sala Convegni dell’Hotel Boiardo di Scandiano) dedicate alle manovre salvavita in età pediatrica e alle manovre di rianimazione cardiopolmonare nell’adulto con uso di defibrillatore.

Il Rotary Club Reggio Emilia Terra Di Matilde dona alla Comunità di Quattro Castella un defibrillatore, il primo installato nel Comune, che sarà collocato nell’area del Giambellino al servizio della Scuola Primaria, della Scuola Materna “Vannina Saracchi”, dell’Oratorio, dei campi da tennis e degli esercizi pubblici. La cerimonia di consegna si terrà sabato 12 marzo alle ore 11.00 alla presenza del sindaco Andrea Tagliavini e dell’assessore alla Cultura Danilo Morini.

Queste sono soltanto alcune delle iniziative di Service con cui i Soci dei Rotary Club dell’Area Emiliana onorano ogni giorno i principi del Rotary International, in ottemperanza al motto “Service above self” (servire al di sopra di ogni interesse personale).

Il Servizio all’umanità è la pietra angolare su cui si fonda il Rotary. Paul Harris, il suo fondatore, oltre cento anni fa, scrisse: “L’amicizia rotariana non è fine a se stessa: il Rotary non è un club di amici! E’ una continua ricerca dei migliori partner per produrre effetti razionali e concreti sulla vita della Comunità e deve scaturire dalla stima reciproca e dal piacere di lavorare insieme”.

Logo-Rotary-Day-febbraio-2016

Breve storia del Rotary

Il Rotary è un’Associazione mondiale nata a Chicago il 23 febbraio 1905 per iniziativa di un gruppo di imprenditori e professionisti guidati dall’avvocato Paul Harris.

Obiettivo del Rotary è incoraggiare e promuovere, nel rispetto di elevati principi etici, l’ideale del servire come motore e propulsore di ogni attività professionale e sociale, favorire la comprensione reciproca e la costruzione di un mondo di amicizia e di pace mediante la diffusione di relazioni amichevoli fra le persone, unite nella volontà di mettersi al servizio del prossimo nel contesto della Comunità nella quale vivono e operano e a livello internazionale. Il Rotary International ha un seggio permanente come Osservatore all’ONU.

Per migliorare l’efficacia della sua azione, nel 1917 è stata costituita la Fondazione Rotary, oggi la più importante organizzazione mondiale non governativa senza scopo di lucro. La Fondazione, sostenuta volontariamente dai Soci, finanzia ogni anno più di 1300 borse di studio internazionali, oltre 250 scambi di gruppi di studio e circa 1600 progetti umanitari internazionali. Tra questi, il programma PolioPlus-End Polio Now, avviato nel 1985 con l’obiettivo della completa eradicazione mondiale della poliomielite.

Oggi sono oltre 34.000 i Rotary Club presenti in quasi tutte le nazioni del mondo, ai quali sono associati oltre 1.200.000 rotariani. Il Distretto 2072 del Rotary, che comprende i territori di Emilia Romagna (tranne la provincia di Piacenza) e la Repubblica di San Marino, dal 1° luglio 2015 è guidato dal Governatore Paolo Pasini ed è composto da 51 Club ai quali sono associati oltre 3.000 rotariani.

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni