Oratorio, fucina di relazioni autentiche

Stampa articolo Stampa articolo

Secondo don Falabretti vi si impara a restituire il bene ricevuto

Sono ancora attuali gli oratori di oggi? Don Michele Falabretti, direttore del Servizio nazionale per la Pastorale giovanile, e l’onorevole Vanna Iori, membro della commissione parlamentare infanzia e adolescenza, hanno aiutato amministratori, insegnanti, educatori e parroci a confrontarsi sul tema degli oratori e sulla loro importanza educativa e sociale nel formare tanti giovani su tutto il territorio nazionale.
Sabato 13 febbraio durante la mattinata presso l’Oratorio Don Bosco di Reggio Emilia si è svolto un convegno di riflessione che ha coinvolto numerosi rappresentanti ed educatori delle realtà parrocchiali ed istituzionali reggiane con lo scopo di iniziare un percorso insieme, uniti per valorizzare l’importanza del saper educare alla Vita i giovani. “La società di oggi può essere paragonata ad una nave con i giovani rinchiusi nella sala delle feste: la più bella ed elegante, ma dopo poco anche la più noiosa e la meno vera, perché i giovani non impareranno mai a navigare e a conquistare il mare…”: così don Giordano Goccini, responsabile per la Pastorale giovanile diocesana, ha introdotto la mattinata, concludendo poi il suo intervento dicendo che “…gli oratori dovrebbero tentare di far uscire i giovani per metterli al timone della nave, perché c’è bisogno di tutto quel poco che ciascun ragazzino può offrire, proprio come i cinque pani e i due pesci che nelle mani di Dio diventano abbondanza per tutti”.

Leggi tutto l’articolo di Federico Carnevali su La Libertà del 20 febbraio

Per abbonarti al nostro giornale CLICCA QUI

don-falabretti

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , , ,