Neve Natura a Villa Minozzo è un successo che crea sviluppo

Stampa articolo Stampa articolo

La seconda settimana di Neve Natura e Cultura d’Appennino vede impegnate sei classi: quattro delle scuole superiori e due primaria, provenienti da Reggio Emilia, Fiorenzuola e Villa Minozzo. Le scolaresche saranno ospitate a Lagdei (sul crinale parmense), Succiso, Civago e Monteorsaro (nell’alto Appennino reggiano). Le ultime due strutture, in particolare, sono nel Comune di Villa Minozzo.

Il Rifugio di Monteorsaro ha ospitato per tre giorni la III E (Sistemi informativi aziendali) dell’Istituto superiore ‘Scaruffi –Levi-Città del Tricolore’ di Reggio Emilia, accompagnati dalle professoresse Claudia Borghi e Anna Margini che già l’anno scorso hanno portato una classe in Appennino.

insieme

“Il nostro rifugio – spiega Claudio Salsi gestore di Monteorsaroda otto anni collabora con il Parco Nazionale per il progetto ‘Neve Natura’. Un bilancio sicuramente positivo”. Il successo di quest’iniziativa poggia soprattutto sulla stretta collaborazione tra lo staff del Parco Nazionale, gli operatori turistici e tutti gli istruttori sportivi e i relatori coinvolti, come spiega la professoressa Borghi. “Malgrado il tempo inclemente siamo stati benissimo. I ragazzi, non solo non si sono lamentati, ma hanno partecipato con entusiasmo a tutte le attività proposte. Il merito è soprattutto degli organizzatori e dei gestori del rifugio che li hanno fatti sentire come a casa”.

grupponeve

Un successo quello di ‘Neve Natura e Cultura d’Appennino’ evidenziato soprattutto dalle ricadute sul territorio, come ribadisce anche il sindaco di Villa Minozzo, Luigi Fiocchi. “Nel mio Comune ho avuto modo di seguire da vicino i primi dieci anni del progetto ‘Neve Natura’. Ho potuto constatare il continuo progredire delle scelte fatte dal Parco Nazionale, condivise dagli amministratori e dagli operatori. Questo progetto non porta beneficio a un certo luogo o a un singolo imprenditore, ma crea un beneficio diffuso e percepito. Ne parla la gente, le famiglie, i ragazzi. ‘Neve Natura’ insegna che si può investire sulla nostra montagna, sia in termini di prospettive economiche e occupazione, sia in termini di cultura. Il progetto è entrato in punta di piedi sul territorio, ma ora ha messo radici profonde che aiutano a concretizzare uno sviluppo al quale tutti dobbiamo contribuire”

Nel Comune di Villa Minozzo questa settimana di ‘Neve Natura’ si concluderà a Civago dove l’Albergo Val Dolo, Centro visita del Parco Nazionale, ospiterà due classi delle Scuola primarie di Case Bagatti e Villa Minozzo; grazie alla collaborazione delle insegnanti bambine e bambini molto piccoli trascorreranno due giorni immersi nella natura.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , ,