Chiostri di San Pietro modello europeo

Stampa articolo Stampa articolo

La Commissione Europea ha selezionato la strategia di sviluppo urbano – presentata dal Comune di Reggio Emilia nell’ambito del processo di riqualificazione dei Chiostri di San Pietro – scegliendola quale uno dei progetti chiave illustrati al seminario internazionale “Pilot peer review workshop on Integrated Sustainable Urban Development Strategies”, organizzato dalla rete Urban Development Network, che si svolgerà a Siviglia il 28 e 29 gennaio prossimi.

Dopo l’incontro plenario tenutosi a Bologna lo scorso 27 ottobre, alla presenza della Regione Emilia-Romagna – il soggetto che finanzia gli interventi ai Chiostri – e di un commissario europeo, a cui ha fatto seguito una preselezione svoltasi negli scorsi mesi, Reggio Emilia ha conseguito questo importante risultato, e farà parte assieme a Rotterdam, Siviglia e Brno delle quattro città europee chiamate a raccontare i propri progetti di strategia urbana.

L’obiettivo dell’iniziativa promossa dalla Commissione Europea è mettere in evidenza tra gli Stati membri la condivisione di best practises e il confronto in merito alle sfide a cui le città europee sono chiamate a rispondere negli anni futuri.

“Siamo orgogliosi che la Commissione Europea abbia scelto Reggio Emilia, quale città capace di proporre una strategia urbana ritenuta innovativa ed efficace. Andremo a Siviglia a raccontare il futuro di innovazione economica e sociale di Reggio Emilia –  commenta l’assessore ad Agenda digitale, Partecipazione e Cura dei quartieri, Valeria Montanari – che si svilupperà tra il contesto industriale (Mancasale), le competenze distintive in ambito produttivo (Parco dell’Innovazione alle Reggiane) e dell’innovazione sociale e culturale (Chiostri di San Pietro), raccontando anche le modalità con le quali cercheremo di coinvolgere tutta la città (cittadini, volontariato, impresa, terzo settore, cultura) nel percorso di costruzione dei contenuti che saranno sviluppati all’interno del complesso monumentale dei Chiostri”.

Il seminario prevede una presentazione da parte di ciascuna delle città invitate della propria strategia urbana e successivamente un confronto aperto tra tutti i partecipanti, provenienti da vari Paesi europei, su tre temi che ciascuna città dovrà portare all’attenzione degli altri interlocutori.

Reggio in particolare si propone di attivare un confronto su tre temi specifici, fortemente correlati all’intervento di recupero dei Chiostri di San Pietro e all’animazione degli spazi di innovazione sociale, quali:

– possibili modalità di governance e coinvolgimento degli attori economici e sociali locali che le altre città adottano per l’attuazione di interventi complessi;

– possibili strategie per garantire la sostenibilità economico finanziaria nel medio–lungo termine ad interventi per loro natura non sempre redditizi, quali quelli correlati all’industria culturale, alla creatività e all’innovazione sociale;

– possibili strategie per evitare che beni culturali recuperati grazie a finanziamenti erogati non divengano “contenitori vuoti” se la loro destinazione d’uso non è coerente con le effettive esigenze del territorio.

L’occasione si prefigura come particolarmente stimolante non solo per illustrare il contesto e le potenzialità della città, oltre alle scelte strategiche dell’amministrazione, ma anche per attivare un dialogo costruttivo con contesti urbani che, se non proprio analoghi per dimensione, si trovano comunque ad affrontare quelle sfide ambientali, sociali ed economiche, proprie di tutte le città contemporanee.

LABORATORI

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , , ,