Nel complesso episcopale tre presepi ci interrogano

Stampa articolo Stampa articolo

Oltre alla cripta del Duomo e al cortile del Museo, il loggiato di Broletto

Tradizionali ormai, come panettone, luminarie e abete decorato, tornano attuali anche quest’anno le polemiche sul presepe in certi contesti, in particolare nella scuola. È una diatriba che fa eco a quella sul Crocifisso nei luoghi pubblici; temi complessi, articolati: non affrontabili con rigide dialettiche di contrapposizione. Naturale che il Natale di Cristo, come il segno del suo supplizio, possano essere visti con occhi di fede; ma questo non può escludere siano plausibili anche prospettive altre: storico-culturale, socio-esistenziale, addirittura miticizzanti. Ciascuna di queste visioni tocca comunque l’interiorità, il cuore dell’uomo, al di là del credo, al di là delle convinzioni personali sulla dimensione trascendente.

Continua a leggere l’articolo di Fernando Miele su La Libertà del 9 gennaio 2016

Clicca e abbonati al nostro giornale

presepe-duomo-2015

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,