Calendario liturgico sino al 10 gennaio

Stampa articolo Stampa articolo

Giovedì 31 dicembre 2015 – Ringraziamento a conclusione dell’anno 2015
* Nella Basilica della Ghiara, alle 18.30: Celebrazione eucaristica presieduta dal Vicario generale per le parrocchie del Centro storico di Reggio, nella solennità di Maria SS.ma Madre di Dio, con il canto del Te Deum. Anima la Cappella Musicale della Cattedrale.

Venerdì 1° gennaio 2016 – SOLENNITÀ DI MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO
49ª Giornata Mondiale della Pace
Inizio dell’anno del Signore 2016
* XXII Marcia diocesana per la pace: partenza alle 15 dal Centro Caritas “Querce di Mamre” e arrivo in piazza del Duomo, dove alle 17.30 circa, ci sarà l’omaggio artistico-floreale alla Madonna dorata posta sulla sommità della facciata della Cattedrale, con la preghiera a Maria, Regina della Pace, pronunciata dal Vicario generale.
* Alle 18, in Cattedrale, solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo emerito Adriano, con il canto del Veni Creator per l’inizio del nuovo anno e la preghiera per la pace. Anima la Cappella Musicale della Cattedrale.

madonna-dorata

Mercoledì 6 gennaio 2016 – SOLENNITÀ DELL’EPIFANIA DEL SIGNORE
* Alle ore 11, in Cattedrale, Messa della Solennità e Festa dei Popoli presieduta dal Vescovo emerito Adriano, concelebrata dai cappellani etnici e con i diaconi del servizio diocesano Migrantes: annuncio del Giorno di Pasqua, canti e letture nelle lingue delle diverse comunità cattoliche immigrate a Reggio, processione dei Magi animata dai giovani dello Sri Lanka, raccolta delle offerte per la Giornata dell’Infanzia missionaria.

Domenica 10 gennaio 2016 – SOLENNITÀ DEL BATTESIMO DEL SIGNORE
In Cattedrale, alle ore 18, Messa della Solennità presieduta dal Vicario generale e conferimento della Cresima ai giovani e agli adulti che completano l’Iniziazione cristiana.

***
La prima giornata giubilare del 2016 coincide con la Giornata per la pace: il cammino tradizionale di preghiera e testimonianza, promosso dalla Diocesi nel pomeriggio del 1° gennaio, quest’anno diventa, per chi crede, anche pellegrinaggio per implorare la pace e la giustizia come frutti del Giubileo e della conversione che si esprime attraverso il passaggio della Porta della Misericordia.

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana Taggato con: , , ,