Il Portale della Misericordia: alla ricerca della centesima stella

Stampa articolo Stampa articolo

Spalancato dal Vescovo il portone centrale della Cattedrale, rinnovato segno di un Dio che apre il cuore ai propri figli che lo riconoscono come Padre misericordioso, a inaugurare questo Anno Santo straordinario voluto dal Papa. Ma straordinario non è solo il Giubileo. Altrettanto inedito il disposto pontificio che ha esteso a tutte le cattedrali del mondo l’apertura di una “Porta Santa”, esclusivo appannaggio plurisecolare delle Basiliche Patriarcali Romane. La straordinarietà dell’avvenimento giubilare ha costretto anche la Diocesi a riflettere su quali potessero essere le azioni da mettere in atto per soddisfare le richieste del Papa, consentendo a quanti lo desiderassero di poter vivere con maggiore intensità possibile quest’anno di Grazia.
Tra le diverse proposte, sul versante delle azioni “sensibili”, destinate a colpire immaginazione, fantasia e in ultima analisi il cuore delle persone, anche quella della Porta della Misericordia, il varco da oltrepassare a sottolineare l’inserimento in Cristo di quanti hanno il dono della fede. Le caratteristiche architettoniche della Cattedrale di Reggio, priva di un “filtro” tra la piazza e l’interno tale da consentire un accesso mediato, prezioso per la riflessione e il silenzio, hanno fatto pensare a un “segno” da collocarsi all’interno, in una delle navate sulle quali si aprono le cappelle destinate alla celebrazione del sacramento della Riconciliazione.

Continua a leggere l’articolo nello Speciale Giubileo su La Libertà del 19 dicembre

Per un 2016 di Belle Notizie rinnova ora l’abbonamento al nostro giornale! Clicca e scegli l’offerta che preferisci

giubileo-a-reggio-emilia

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , , ,