Villa Minozzo paese cardioprotetto

Stampa articolo Stampa articolo

“I defibrillatori?  Li installeremo su tutto il territorio”: così Elio Ivo Sassi, presidente della Croce verde, ribadisce l’obiettivo di “Villa Minozzo paese cardioprotetto”. Il progetto sarà presentato alla popolazione in occasione del tradizionale incontro prenatalizio dell’8 dicembre, festa dell’Immacolata, che quest’anno si  terrà ad Asta, ai piedi del monte Cusna.

A mezzogiorno, dopo la messa e il saluto del presidente, sarà inaugurato il primo defibrillatore esterno, che è stato posto di fianco alla farmacia comunale del paese.Il-nuovo-defibrillatore-esterno-di-Asta

“Prima della foto di gruppo e del pranzo sociale, aperto a tutti, amici, sostenitori e autorità, e che registra sempre – spiega Sassi – una nutrita partecipazione (quest’anno hanno prenotato circa 180 persone), avverrà anche l’inaugurazione e la benedizione di uno dei nostri nuovi automezzi per i servizi alla persona, acquistato, come sempre, grazie al contributo del 5 per mille e di alcuni benefattori, nonché al lavoro dei nostri volontari”.
Nel primo pomeriggio, dalle 14, saranno poi consegnati, nel ristorante che ospiterà il convivio, a Castiglione di Asta, gli attestati alle persone della zona “abilitate, a seguito di corsi di formazione da noi organizzati – continua il presidente – ad utilizzare, nei casi di emergenza per crisi cardiache, le colonnine per la defibrillazione. Si tratta di operatori provenienti dalla società civile: lavoratori e artigiani, commercianti, agricoltori e pensionati, insegnanti e altri professionisti. Dopo Asta, i defibrillatori semiautomatici esterni, illuminati, riscaldati (in caso di temperature rigide) e allarmati, saranno posizionati a Civago, Febbio, Minozzo e, a seguire, nelle altre località villaminozzesi, distribuite su un territorio vasto e articolato”.

Ogni colonnina è dotata di un kit completo per la rianimazione cardio-polmonare. “Il ‘dae’, defibrillatore automatico esterno – conclude Elio Ivo Sassi – è un vero e proprio salvavita. Infatti, la grande maggioranza degli arresti cardiaci è caratterizzato da ritmi defibrillabili. Mentre in passato tale operazione era riservata a personale sanitario, oggi, grazie ai progressi della scienza e della tecnica, i defibrillatori si sono trasformati da strumenti ad esclusivo uso dei medici a dispositivi alla portata di chiunque sia stato opportunamente addestrato. Sono più di cento i villaminozzesi che hanno già ottenuto l’abilitazione”.

Un-momento-dell'incontro-sociale-dello-scorso-anno

Un momento dell’incontro sociale dello scorso anno

 

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,