Le opere di Arnaldo Mercati in mostra ad Albinea

Stampa articolo Stampa articolo

Ottimo successo di pubblico e critica sabato 21 novembre per la mostra di pittura del vianese Arnaldo Mercati. Il noto artista dopo oltre 50 anni di carriera ha presentato, presso la biblioteca di Albinea, una parte della suo grande patrimonio pittorico. La sala espositiva presentava un colpo d’occhio straordinario con i tanti dipinti alle pareti. Nella sua lunga carriera sono oltre mille le opere uscite dalle sue ispirazioni.

Un artista che con i suoi dipinti ha voluto esaltare l’attaccamento alla sua terra. I suoi paesaggi, le nature morte, i  nudi, le scene famigliari, i soggetti religiosi e gli avvenimenti storici  sono riusciti a colpire la sensibilità di quanti hanno osservato i suoi capolavori che parlano un linguaggio artistico che tutti conoscono e che nel corso della sua carriera lo hanno portato alla ribalta e per questo il riconoscimento è meritato.

Mercati-mostra-Albinea-DSCN6372

 

All’inaugurazione presente tanta gente accolta dal sindaco Nico Giberti che ha fatto gli onori di casa esaltando la vena di Arnaldo al quale è particolarmente legato fin da bambino quando frequentava i luoghi dove il pittore è nato e dove vive.

“Vedendo i suoi quadri i miei ricordi vanno proprio ai colori e ai paesaggi di quella terra e che lui ha immortalato fedelmente. Anche Larissa, il cane rappresentato in un quadro, che vediamo esposto – continua il sindaco – è autentico, era di mio padre che poi regalò a Marianna la cacciatrice di famiglia”.

La curatrice dell’evento, la professoressa Aurora Marzi, ha sottolineato che la mostra rappresenta al nostra storia e che il libro del pittore descrive e racconta i momenti vissuti. L’incontro con Antonio Ligabue ha convinto Mercati a continuare la sua passione tanto che le sue pregiate opere testimoniano gli avvenimenti che si sono succeduti. Arnaldo nei suoi dipinti ha raccontato la natura e il suo spirito sapendo descrivere fedelmente i suoi posti e i suoi paesaggi accompagnati dalla poesia e dal silenzio.

Le sue opere esposte ma anche quelle che non c’erano rappresentano una carriera di grande prestigio costellata da numerosi riconoscimenti e premi in rassegne di pittura anche a carattere nazionale.

La mostra rimarrà aperta fino al 6 dicembre tutti i giorni dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.

Domenico Amidati

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,