Villa Minozzo: pulisci il paese e non paghi i rifiuti

Stampa articolo Stampa articolo

“Pulisci il paese e non paghi i rifiuti”: è questo lo spirito della proposta lanciata dal Comune. “Tale opportunità – afferma con soddisfazione il sindaco Luigi Fiocchi –  è stata resa possibile grazie alla recente creazione del servizio di volontariato civico – cittadinanza attiva, approvato all’unanimità dal consiglio comunale”.

Spiega il primo cittadino: “I residenti nel villaminozzese, o che qui possiedono una casa, interessati allo svolgimento di attività di cura e manutenzione del territorio e di valorizzazione delle comunità locali, possono presentare domanda d’iscrizione ad un apposito albo, da poco istituito. Per coloro che eserciteranno adeguatamente le attività concordate è prevista, per il prossimo anno, una riduzione della tassa rifiuti (Tari) sulle utenze domestiche, fino ad un massimo del cento per cento, da definirsi in base al lavoro svolto”.

All’albo della cittadinanza attiva possono anche iscriversi le associazioni, i gruppi sportivi e le pro loco. “In questo caso – continua Fiocchi –  la riduzione o l’esenzione dei tributi può essere sostituita con forme di contribuzione corrispondenti ai servizi svolti dagli associati”.

Sottolinea poi il sindaco: “La stesura del progetto è avvenuta soprattutto grazie alla collaborazione spontanea e gratuita di un nostro concittadino, Paolo Ghelfi (coadiuvato da Andrea Binelli, assessore ai tributi), che con la sua esperienza e competenza ci ha permesso di realizzare uno strumento efficace e di qualità. Il suo prezioso lavoro (che si inserisce in un impegno culturale e civico più ampio a favore della nostra realtà locale) ben si addice alla natura del servizio di volontariato attivo, il cui ambito d’intervento non riguarda solo la gestione e la cura del territorio (come la pulizia di spazi pubblici e la manutenzione del verde: parchi, giardini, sentieri, cimiteri), ma anche la cura di edifici pubblici, nonché prestazioni d’opera d’interesse sociale, come l’accoglienza prescolastica, l’accompagnamento e la sorveglianza dei bambini sugli scuolabus, l’apertura della biblioteca, le informazioni turistiche e altre cose socialmente utili”.

Le domande dovranno essere preferibilmente presentate entro il 10 gennaio prossimo. “Questo servizio – conclude il sindaco – rappresenta un contributo concreto al benessere della collettività ed ha l’obiettivo di radicare forme virtuose di cooperazione. Rafforza inoltre il rapporto di fiducia con l’ente locale e fra le persone, rendendole protagoniste delle realtà territoriali e dello sviluppo locale. Accresce infine la coscienza civica. Lo riteniamo, insomma, un ottimo provvedimento”.

La-sede-municipale-di-Villa-Minozzo

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: ,