Cresce la redditività delle imprese reggiane

Stampa articolo Stampa articolo

Sono migliorati, nel 2014, i principali indicatori di bilancio delle società di capitale, delle cooperative e dei consorzi reggiani.

E’ questo quanto emerge dalla elaborazione – a cura dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia – dei dati aggregati di bilancio forniti da Infocamere e relativi a 4.661 società di capitali (società per azioni, società a responsabilità limitata), cooperative e consorzi operanti nella nostra provincia e che hanno presentato il bilancio per un almeno tre anni consecutivi.

I dati elaborati – e riferiti ad imprese che hanno presentato un valore della produzione superiore ai 100.000 euro annui – evidenziano innanzitutto un incremento medio della produzione pari allo 0,2% rispetto al 2013 e un +0,95% rispetto al 2012.

Le cose sono andate ancora meglio in termini di valore aggiunto, margine operativo lordo e redditività, che hanno consentito un rafforzamento della posizione finanziaria delle aziende, sempre in termini di media.

Il valore aggiunto, innanzitutto è cresciuto del +2,7% in un anno e del +8,4% nei due anni considerati, mentre il margine operativo lordo medio per impresa ha fatto segnare un +7,5% rispetto al 2013 e un aumento dell’11,6% nei confronti del 2012.

camera di commercio

A fronte di un modesto incremento della produzione, dunque, sono decisamente migliorati gli indici che attestano la salute delle aziende reggiane sul versante del reddito operativo aziendale, salito del 7,6% in un anno e del +25,8% in due anni.

Il risultato ante imposte è risultato così in crescita del 16,9% nel 2014 e, confrontato a quello del 2012, è apparso in aumento del 34,6%.

Le imprese reggiane oggetto dell’indagine hanno chiuso il 2014 con un risultato netto medio decisamente superiore a quello del 2013 (+26,6%) e in crescita del 50,8% nei due anni considerati.

I buoni risultati reddituali sono rispecchiati anche dagli indicatori sintetici di redditività.

Il Roi, indicatore della redditività operativa del capitale investito, mostra infatti una crescita del 7,9% rispetto al 2013 attestandosi al 4,1%, mentre il Roe, indicatore della remunerazione del capitale di rischio, si attesta nel 2014 sul 4,9% ed è anch’esso in netta crescita rispetto al 4,1% del 2013.

Dall’insieme di questi elementi emerge, ovviamente, una crescita del grado di autonomia finanziaria delle imprese; l’attivo finanziato attraverso capitale proprio è arrivato al 36,9% nel 2014, con una crescita di 3,7 punti percentuali rispetto al valore del 2013.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: ,