Concattedrale, scoperto un affresco del ‘600

Stampa articolo Stampa articolo

Non finiscono di sorprendere i lavori di restauro della Concattedrale di Guastalla. Dopo l’affresco scoperto in aprile nella “Nuova sagrestia” ed il ritrovamento di due statue a grandezza naturale a fine aprile, nei giorni scorsi i giovani restauratori reggiani della Tecton, hanno rinvenuto uno straordinario affresco del ‘600 attribuito a Giovan Battista Bolognini (1612-1688), prestigioso allievo di Guido Reni (1575-1642), di casa presso i Gonzaga di Mantova e Guastalla.

Lo studio di Mauro Severi, responsabile dei lavori in Duomo iniziati nel 2011, sta verificando le caratteristiche dell’affresco. I giovani reggiani che hanno effettuato la preziosa scoperta sono: Erica Bonini, Manfred Giese, Anna Mariani e Linda Vecchi. Entusiasta don Alberto Nicelli, parroco del Duomo e Vicario generale della Diocesi di Reggio-Guastalla: “Questo ritrovamento conferma che il nostro Duomo è una miniera di preziosità,un vero scrigno d’Arte”.

Erica-Bonini-di-Reggio-ritocca-l'Affresco-del-Bolognini-rinvenuto-in-Duomo

Erica Bonini ritocca l’affresco del Bolognini (foto Franzosi)

2-Ultimi-ritocchi-all'affresco-da-parte-di-una-giovane-restauratrice-della-Tecton-di-REGGIO

Gli ultimi ritocchi all’affresco (foto Franzosi)

3-I-giovani-restauratori-reggiani-che-hanno-rinvenuto-l'affresco-del-Bolognini-nel-Duomo-di-Guastalla

La squadra dei giovani restauratori che hanno rinvenuto l’affresco del Bolognini (foto Franzosi)

 

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana Taggato con: , , ,