Coop e mondo dello sport: se parla oggi a Reggio Emilia

Stampa articolo Stampa articolo

Il mondo dello sport guarda con interesse crescente al modello organizzativo rappresentato dalla cooperazione, e proprio Reggio Emilia sarà sede del primo evento di promozione e attuazione del protocollo siglato tra la Federcultura Turismo Sport di Confcooperative Emilia-Romagna e il CONI-Comitato Regionale Emilia Romagna.

Martedì 27 ottobre, infatti, nella sala convegni di Confcooperative, in Largo Gerra, il protocollo sarà presentato nell’ambito del seminario “Nuove frontiere nello sport: il modello della cooperazione sportiva.”

“Un confronto – sottolinea Doriano Corghi, Delegato Coni per Reggio Emilia – che vuole anche rappresentare  una prima ed importante  tappa del processo di attuazione delle linee strategiche delineate dalla seconda edizione del Libro bianco del CONI regionale, “Sport Plan” (a cui anche Confcooperative ha contribuito), che punta a proporre risposte alle esigenze di rafforzamento del sistema sportivo territoriale e ad inquadrare l’organizzazione sportiva come protagonista dello sviluppo socio-economico a favore della comunità”.

“L’attività sportiva – prosegue Corghi – ha esattamente questa doppia valenza, che investe aspetti sociali ed educativi non estranei, comunque, ad una dimensione economica troppo spesso sottovalutata”.

banner_mngt_RE

“E’ proprio per valorizzare queste dimensioni e per farle coesistere in una dimensione organizzativa appropriata – afferma Roberto Magnani, responsabile di settore per Confcooperative Reggio Emilia – che è nato il protocollo tra Confcooperative e CONI Emilia-Romagna, che punta proprio sul valore educativo e formativo dello sport e sulla capacità degli enti impegnati in questa attività di generare lavoro e prospettive soprattutto per i giovani”.

“In tal senso – sottolinea Magnani – si è rivelata particolarmente importante l’esperienza maturata nella nostra provincia in tema di cooperazione nello sport, con servizi e consulenze che in Confcooperative sono state organizzate in uno specifico sportello denominato “Coopersport”; non a caso il primo evento di presentazione parte proprio da qui e dalla significativa collaborazione già in essere tra cooperazione e realtà rappresentative dello sport dilettantistico”.

Il seminario del 27 ottobre – che si terrà alle 17,30 nella sede di Confcooperative Reggio Emilia – presenterà, dunque, le opportunità che le organizzazioni dello sport dilettantistico possono cogliere con l’adozione della forma cooperativa, quale strumento per fronteggiare rischi e perseguire uno sviluppo strutturale ed imprenditoriale in consonanza con i tradizionali valori fondativi del mondo dello sport.

Ai lavori interverranno Lanfranco Massari, presidente Federcultura-Turismo-Sport di Confcooperative Emilia-Romagna, Giuliano Grandi, vicepresidente del Comitato regionale del CONI, Maurizio Marano, direttore scientifico della Scuola Dello Sport Emilia-Romagna, Andrea Smiraglio e Roberto Ferrari di Confcooperative/Unioncoop Servizi Reggio Emilia, Guido Martinelli dello Studio Martinelli e Rogolino, Giovanni Teneggi, direttore di Confcooperative Reggio Emilia, e Doriano Corghi, delegato CONI Reggio Emilia.

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,