Acer Reggio Emilia partner di Andil nel progetto europeo HeroTile

Stampa articolo Stampa articolo

Acer Reggio Emilia è partner di Andil Assolaterizi (associazione nazionale dei produttori di laterizio aderente a Confindustria) nel progetto europeo di ricerca “Life HeroTile”, destinata nei prossimi anni a rivoluzionare il sistema tetto.

Il progetto, presentato nei giorni scorsi nell’ambito del SAIE Bologna, a cui partecipano anche l’Università degli Studi di Ferrara, Braas Monier, Industrie Cotto Possagno e Terreal San Marco, coinvolge oltre all’Italia anche Francia, Germania, Spagna e Israele.

La ricerca ha l’obiettivo di migliorare il comportamento energetico degli edifici attraverso una maggiore ventilazione sottotegola. Nell’area mediterranea, infatti, le radiazioni solari nella stagione estiva possono provocare un surriscaldamento dell’involucro degli edifici (tetto e pareti), e conseguentemente degli ambienti interni, inducendo troppo spesso il ricorso ai condizionatori. Pareti e tetti ventilati sono ottimi sistemi passivi per limitare l’effetto surriscaldamento soprattutto nelle aree geografiche a clima caldo, come la nostra.

Marco-Corradi-interviene-alla-presentazione-di-HeroTile

L’intervento di Marco Corradini

 

La nuova tegola avrà una maggiore permeabilità all’aria e permetterà un migliore rendimento energetico degli edifici grazie alla dissipazione della radiazione solare tramite la ventilazione sottotegola. Il lavoro di ricerca permetterà, inoltre, di realizzare un software pratico e semplificato gratuito, rivolto in particolare a architetti e tecnici, in grado di prevedere l’effetto sul rendimento energetico di un edificio, in base alla configurazione del tetto con le nuove tegole.

Avviato nell’agosto 2015, il progetto Life HeroTile avrà una durata di 3 anni, si inserisce nell’ambito del Programma Life (LIFE14CCA/IT/000939) ed è sostenuto da un finanziamento europeo di 1,5 milioni di euro.

Acer Reggio Emilia sarà parte attiva della sperimentazione della tegola innovativa in uno degli edifici in gestione nella nostra provincia.

“Partecipiamo con grande interesse a questo progetto europeo – ha sottolineato Marco Corradi, presidente di Acer Reggio Emilia – che non solo consentirà un reale risparmio energetico negli edifici, riducendo così i costi delle utenze, ma porterà anche un maggior comfort abitativo agli abitanti contribuendo a regolare in modo naturale la temperatura interna dell’edificio”.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: , , ,