Città internazionale, 150 studenti alla scoperta della cultura del Mozambico

Stampa articolo Stampa articolo

Il legame tra Reggio Emilia e il Mozambico si rafforza ulteriormente e trova spazio anche all’interno di ‘Expo Milano 2015’ grazie alla visita di 150 studenti reggiani, provenienti dal liceo Canossa e dalla scuola primaria IV Novembre di Gavasseto, al padiglione dello stato africano.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione dall’Amministrazione comunale, dal Tavolo Reggio Africa e dalla Repubblica del Mozambico, è stata l’opportunità per approfondire e confrontarsi sull’alimentazione e la cultura della nazione africana. “Expo è stata un’importante occasione per rinforzare gli scambi e le progettualità con il Mozambico –  sottolinea  Serena Foracchia, assessore alla Città Internazionale del Comune di Reggio Emilia – In particolare, l’incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Milano con le scuole reggiane è stato un ulteriore contributo per rafforzare il dialogo tra le diverse scuole per coinvolgere le nuove generazioni nel dialogo e nel confronto con altri popoli”.

Progetto-Scuole-Mozambico---Gavasseto1

L’appuntamento milanese ha dato la possibilità ai 150 studenti partecipanti di ricevere un’accoglienza speciale grazie al coinvolgimento di esponenti del mondo culturale e artistico del Mozambico, che hanno offerto ai giovani reggiani una narrazione di suoni e racconti della cultura di un popolo che è legato da oltre 45 anni alla comunità reggiana. Ad accogliere le scuole reggiane è stato il vice commissario Expo del Mozambico Gilberto Cossa, che ha illustrato ai giovani i contenuti e i messaggi del padiglione dedicato ai prodotti agricoli del Mozambico.

La tappa ad Expo 2015 aggiunge un ulteriore tassello al percorso di collaborazione che da tempo lega le due scuole reggiane al Mozambico. Da diversi anni, infatti, la scuola primaria IV Novembre ha attivato un gemellaggio con le scuole primarie di Pemba, città mozambicana gemellata con Reggio Emilia: in questi anni la scuola ha promosso attività di cooperazione in ambito educativo che hanno visto le insegnanti e i bambini protagonisti. Il Liceo Canossa, invece, si è concentrato su una ricerca di carattere storico-umanistico che ha visto al centro il dialogo con i paesi dell’Africa Australe, in particolare il Sudafrica e la Tanzania.

Progetto-Scuole-Mozambico---Gavasseto-2

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , , ,