Cappuccini: giubilei sacerdotali col cuore in Centrafrica

Stampa articolo Stampa articolo

Festa a San Martino in Rio. Padre Bonori e padre Anceschi aprirono la missione africana l’anno dopo l’ordinazione presbiterale

Nel convento di San Martino in Rio, domenica 4 ottobre, in occasione della festa di san Francesco, padre Damiano Bonori e padre Giancarlo Anceschi hanno festeggiato i 50 anni di sacerdozio. Ambedue ordinati a Saltino (Modena) il 15 agosto 1965, partirono per aprire le missioni in Centrafrica nel 1966. Racconta padre Damiano: “Eravamo giovani pieni di energia ed i racconti dei padri missionari rientrati dal Brasile ci riempivano di entusiasmo, così partimmo senza saper bene cosa ci aspettasse. In quegli anni era ancora molto diffuso il cannibalismo e tutti i padri missionari delle varie nazionalità risiedevano nella capitale o nei centri maggiori per spingersi nella savana solo di giorno. Chi insegnava religione nelle scuole statali, chi seguiva la catechesi, chi visitava le famiglie di tutte le 13 razze che abitano il Centrafrica”.
I due frati hanno trascorso più di 40 anni nelle missioni con lo spirito che cogliamo dal biglietto pensato da padre Giancarlo per l’anniversario: “Signore, assieme abbiamo fatto questo cammino. Le prove del tuo amore e della tua presenza mi hanno colmato di gioia e di forza. Perdona le mie stanchezze. Continua a fare di me ciò che vuoi”.

Continua a leggere l’articolo di Daniela Pavarini e Claudio Moscardini su La Libertà del 10 ottobre

Scopri le nuove offerte di abbonamento a La Libertà

50esimi_di_damiano_e_giancarlo_san_martino_13-9-2015_

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,