Dalla Scuola … la Bibbiano che vorrei

Stampa articolo Stampa articolo

Motivare allo scrivere. Questa era l’intenzione all’origine del bel progetto, promosso all’interno della scuola “Neria Secchi” verso la fine dello scorso anno scolastico, dai ragazzi di 4^C, l’attuale 5^, coordinati dalle loro insegnanti Vanna Zuelli e Sara Bedogni. Così l’insegnante Zuelli spiega l’attività svolta: “Partendo dall’osservazione di luoghi, situazioni, volti e momenti di particolare interesse per i ragazzi, tutti “catturati” nel territorio di Bibbiano e delle sue frazioni, gli alunni hanno “proposto” circa 600 foto. Insieme, in classe, abbiamo effettuato una selezione di questo patrimonio di immagini e abbiamo iniziato a lavorare sui testi, invitando ciascuno a sperimentare lo stile che maggiormente lo rappresenta: poesia, lettera, racconto. I diversi approcci e le diverse tecniche avevano il comune obiettivo di invitare a Bibbiano, per una visita se non, persino, a stabilirsi qui in via definitiva”.

Evidente la trasversalità del progetto, presentato per la prima volta a Barco, nei locali della sala mostre del centro polifunzionale “P. Del Rio” quale “regalo” ai camminatori della passeggiata di Primavera a Barco, e, successivamente, in occasione della Fiera di Bibbiano, lo scorso 20 settembre. “I ragazzi – prosegue Zuelli – hanno messo in campo le diverse competenze apprese nelle materie di studio: Italiano, Arte e Immagine, Informatica, Musica e hanno abilmente tradotto tali conoscenze restituendole in un libro e in un CD. I nostri ragazzi hanno espresso capacità davvero importanti, ma ciò che più ha gratificato noi insegnanti è stata la manifestazione importante di una crescita in termini di competenze sociali. Il lavoro svolto in piccoli gruppi e, poi, il confronto e la condivisione nel grande gruppo, hanno rivelato importanti capacità a collaborare e a valorizzare le competenze dei compagni. Per non parlare, poi, dell’efficacia di questo progetto nell’aumentare il senso civico dei ragazzi e l’amore e il rispetto per il loro paese”.

gruppo-x-giornali-(1)

 

Mercoledì 30 settembre, il sindaco ha invitato i ragazzi in Sala del Consiglio per  presentare “ufficialmente” il progetto in Municipio, alla presenza anche del Vice-sindaco con delega all’Istruzione, Paola Tognoni. Carletti, nel complimentarsi con tutta la classe e con le insegnanti per il grande lavoro svolto, ha ricordato l’importanza di una scuola dinamica, accogliente e in grado di fornire stimoli e sostenere le attitudini. “Avete dimostrato – ha detto Carletti ai ragazzi –  grande rispetto delle regole e consapevolezza di quanto, ciascuno di noi, possa fare nell’interesse del proprio paese e della propria comunità.  Noto con piacere che avete osservato con grande attenzione la realtà che vi circonda, evidenziando gli aspetti positivi ed individuando le criticità. Ringrazio voi per il lavoro che avete svolto e le vostre insegnanti per lo straordinario impegno e il supporto che vi hanno dato, favorendo almeno due aspetti che ritengo fondamentali: il senso di appartenenza, oggi alla scuola domani alla comunità nel suo complesso, e la curiosità e la voglia di imparare, di osservare, di capire. Vi invito a conservare questa voglia, a cogliere le opportunità che la scuola può offrirvi, continuate ad essere cittadini attenti e consapevoli.”

Si è, poi, congratulato, ancora, con le insegnanti, per la bella testimonianza di una Scuola che davvero si può definire Buona.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,