Il sindaco Vecchi premia e ringrazia per i Giochi del Tricolore

Stampa articolo Stampa articolo

“Abbiamo voluto incontrarvi di nuovo, per ringraziarvi del vostro impegno ed entusiasmo nella realizzazione dei Giochi internazionali del Tricolore, un evento che resterà nella memoria e nel patrimonio di emozioni di tutta la nostra città. L’evento, bellissimo sul piano sportivo, ha dato rilievo internazionale e nazionale alla nostra città, ha portato opportunità culturali, ricchezza di amicizia, relazioni e incontri fra i partecipanti e fra essi e la città che li ha accolti, è stato testimonianza della nostra proverbiale capacità di ‘saper fare insieme’. Credo che i Giochi internazionali del Tricolore, nel loro spirito coincidano a pieno con il modo di essere di Reggio Emilia e siano stati una bella prova di protagonismo civico. Questo è soprattutto merito vostro e ve ne siamo grati”.

Con queste parole il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi si è rivolto in Sala del Tricolore, ai rappresentanti delle società, federazioni e organizzazioni sportive ed ai giovani volontari che hanno collaborato alla realizzazione, dal 25 al 30 agosto 2015, dei Giochi internazionali del Tricolore, uno degli eventi qualificanti il palinsesto di iniziative di “Reggio Emilia per Expo 2015”.

GiochiTricolore---ringraziamenti-34

“Accanto al valore partecipativo e agonistico – ha proseguito il sindaco Vecchi – desidero sottolineare quello culturale, portato da iniziative diffusive sulla qualità del cibo come lo Street Food e da dibattiti ad esempio sul tema della corretta alimentazione, fondamentale quanto lo sport per la crescita e la vita di ogni persona”. Rilevanti, ha aggiunto il sindaco, “le esperienze di ‘Sport urbano’ praticato nelle piazze, nei parchi e nelle strade della città, iniziative che hanno creato un contatto diretto e appassionante fra cittadini e atleti in luoghi di vita quotidiana”.

“Reggio Emilia – ha concluso il sindaco Vecchi – ha un rilievo internazionale nell’Educazione, nella Cultura, nell’Economia ed ora sempre più nello Sport. Perciò ci mettiamo al lavoro per l’organizzazione della sesta edizione dei Giochi internazionali del Tricolore nella nostra città”.

GiochiTricolore---ringraziamenti-25

All’incontro hanno partecipato, oltre al presidente della Provincia Giammaria Manghi e all’assessore comunale alla Città internazionale Serena Foracchia, il presidente del Comitato promotore Doriano Corghi, delegato del Coni di Reggio Emilia, e il direttore Anzio Arati; rappresentanti della Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia, di Reggio Children e di Officina Educativa, del Comitato italiano paralimpico regionale, di Coni, Uisp e Csi, dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia; i dipendenti del Comune che hanno lavorato alla realizzazione dei Giochi; gli stessi volontari, studenti, fotografi e rappresentanti delle organizzazioni sportive, che sono stati premiati con targhe e medaglie. In tutto 180 persone coinvolte.

Sono stati illustrati alcuni dati, che danno il senso del rilievo della manifestazione: 3.000 partecipanti, di cui 700 da Paesi esteri; 14 i Paesi rappresentati, oltre naturalmente all’Italia; otto le regioni italiane rappresentante; 83 le città rappresentate, di cui 16 estere. A questi numeri si associa il rilievo notevole che i Giochi hanno ottenuto sugli mezzi di informazione locali e nazionali.

Sono state 33 le discipline, i giochi tradizioni e paralimpici praticati in 400 eventi sportivi, svoltisi in 50 impianti di Reggio Emilia e della sua provincia

GiochiTricolore---ringraziamenti-7

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura Taggato con: , ,