Elio Ivo Sassi nuovo coordinatore Anpas

Stampa articolo Stampa articolo

Elio Ivo Sassi, presidente della Croce verde di Villa Minozzo, è stato eletto coordinatore provinciale dell’Anpas, Associazione nazionale pubbliche assistenze.
“La nostra è una realtà molto importante – sottolinea Sassi – che associa dieci pubbliche assistenze reggiane, operanti in una ventina di comuni, fra cui quello del capoluogo, su un territorio vastissimo, che va dal Po all’alto crinale dell’Appennino. Anpas si occupa di individuare gli interessi e le esigenze operative di ogni realtà associata e le rappresenta nelle sedi istituzionali”.

Mercoledì 23 settembre il coordinamento dell’associazione, che è costituito dai presidenti dei sodalizi aderenti, ha nominato Elio Ivo Sassi, all’unanimità, per il prossimo triennio.
Spiega il coordinatore: “Solidarietà, condivisione e servizio volontario a favore delle comunità locali sono gli elementi al centro della nostra attività, che non si occupa solo delle emergenze con ambulanze di pronto soccorso, ma di una vasta serie di servizi, dal trasporto di pazienti alla presenza in occasione di eventi pubblici, dall’assistenza socio-sanitaria agli interventi in caso di calamità naturali, ad altri tipi di sostegno a livello sociale. Il coordinamento ha inoltre il compito di promuovere e organizzare gruppi di lavoro sulla formazione, sul volontariato, sulla prevenzione e su altri significativi argomenti”.
Conclude Elio Ivo Sassi: “Da qui al 2018 dovremo affrontare temi fondamentali, sia in materia dell’evoluzione dei servizi e delle prestazioni, in sintonia con l’Azienda Usl, che in merito all’applicazione e allo scrupoloso mantenimento dei parametri di accreditamento delle strutture sanitarie definiti dalla Regione”.

Elio-Ivo-Sassi,-coordinatore-delle-pubbliche-assistenze-reggiane

Elio Ivo Sassi

 

All’Anpas reggiana fanno riferimento la Croce verde di Reggio Emilia, che interviene anche sul territorio di Albinea; la Croce bianca di Sant’Ilario d’Enza, che presta servizio pure nei comuni di Gattatico e Campegine; la Croce arancione Val d’Enza che, oltre a Montecchio, fa riferimento a Bibbiano, Cavriago e San Polo; la Croce verde Alto Appennino (Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto); la Croce verde di Castelnovo ne’ Monti (pure per alcune località di comuni confinanti); la Croce verde di Villa Minozzo (anche per alcune località di comuni limitrofi); la Pubblica assistenza e soccorso di Castelnovo di Sotto (e Cadelbosco Sopra); la Pubblica assistenza Ema Emilia di Casalgrande; la Croce azzurra di Poviglio (Boretto e Brescello); la Pubblica assistenza di Vetto.

Pubblicato in Articoli, Associazioni Taggato con: ,