Expo Emilia Romagna: una app per i non vedenti

Stampa articolo Stampa articolo

L’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti promuove diverse iniziative per l’accessibilità degli spazi di Expo

Il digitale cambia il modo di concepire la comunicazione, anche ad Expo. La Regione Emilia Romagna, insieme al Consiglio Regionale Emilia Romagna dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e al Centro interregionale del Libro Parlato di Modena, promuove diverse iniziative finalizzate a rendere accessibile anche alle persone non vedenti ed ipovedenti gli spazi che Expo ha riservato alla nostra Regione.

Giovedì 24 settembre alle 14 a Expo in Piazzetta Emilia Romagna (Padiglione Italia – Piazzetta Cardo Nord Ovest) sarà presentata al pubblico un’applicazione per dispositivi Apple (IPhone e Ipad), sviluppata dall’Ing. Fabio Goldoni, che consente alle persone non vedenti la piena fruizione dello schermo interattivo touch screen dedicato alla Regione, con la possibilità di selezionare e ascoltare tutti i testi inseriti per la navigazione dei visitatori.

non-vedente

Interverranno alla conferenza stampa l’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini, il Presidente della Regione Stefano Bonaccini, la Dirigente dell’Area Turismo Laura Schiff, il Presidente UICI Emilia Romagna Stefano Tortini e il Responsabile del Centro del Libro Parlato di Modena Ivan Galiotto.

“Abbiamo puntato sulla tecnologia a marchio Apple – afferma Ivan Galiotto, Responsabile del Centro del Libro Parlato di Modena – perché è quella che ha investito maggiormente sui dispositivi accessibili a tutti. Grazie alla collaborazione di un nostro ingegnere, siamo riusciti a progettare, seguendo semplicemente le linee guida fornite dalla società di Cupertino, una app per la fruizione a 360 gradi delle informazioni contenute nel pannello touch screen del padiglione Expo Emilia Romagna. Il messaggio che vorremmo veicolare – aggiunge Galiotto – è che oggigiorno, grazie ai devices di ultima generazione è possibile far interagire ogni tipo di comunicazione digitale con le esigenze di vita di persone portatrici di diverse disabilità. Questa applicazione, come un’audio guida, consente l’ascolto dei testi e può essere utilizzata da tutte le tipologie di visitatori”.

Nella stessa giornata, sempre negli spazi offerti da Expo, si permetterà ai visitatori che lo desidereranno di compiere una forte esperienza sensoriale, che si caratterizzerà nel metterli nelle stesse condizioni di una persona non vedente mediante una benda e nell’invitarli a camminare per un breve percorso al buio, seguiti da un istruttore di autonomia e mobilità dell’Unione Italiana Ciechi con l’ausilio di un bastone bianco.

Pubblicato in Archivio Taggato con: ,