Centrafrica: passaggio di testimone a Bozoum dopo 28 anni di presenza

Stampa articolo Stampa articolo

Se ne vanno le Francescane Missionarie del Verbo Incarnato

I mesi estivi a Bozoum sono stati caratterizzati dalle feste di fine anno: inizio delle vacanze per i bimbi delle le scuole elementari e medie della missione, che quest’anno hanno potuto frequentare regolarmente grazie alla situazione “sicurezza” decisamente migliore rispetto allo scorso anno (anche se in alcune parti del Paese ci sono ancora scontri); festa al centro diurno per i bambini orfani e alla scuola di alfabetizzazione “Arc-en-ciel” dove i bimbi hanno salutato l’arrivo delle vacanze dando il meglio di sé (nelle foto a fianco) interpretando scenette, danze popolari e canti, regalando allegria a parenti e amici. Tanti motivi per ringraziare il Signore per averci custodito quest’anno, per il bene dato e ricevuto.
Il 2015 per la nostra comunità è stato un anno speciale perché è stato l’ultimo in terra centrafricana dopo 28 anni di presenza. Le Missionarie Francescane del Verbo Incarnato su invito del vescovo cappuccino emiliano monsignor Sergio Govi, vescovo di Bossangoa, hanno iniziato la loro presenza in terra Centrafricana nel 1987 con suor Emilia Crameri, suor Graziana Folinazzo e l’uruguayana suor Rita Fierro (si veda la foto in basso a destra). Verranno raggiunte una decina di anni dopo anche da suor Rosa Ferretti di Reggio Emilia.

Leggi tutto l’articolo di suor Sira, suor Chiara, suor Solange nello speciale Chiesa e Missione su La Libertà del 19 settembre

Clicca e scopri le nostre proposte di abbonamento

 

foto-3_-Le-prime-misisonarie-in-Centrafrica_1987

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana Taggato con: , ,