Un tesoro di arte, cultura e paesaggio

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato 19 settembre l’Associazione Stana di Carpineti organizza un’iniziativa culturale a Toano tra le opere degli artisti Ceccati e le testimonianze matildiche. Il gruppo di visitatori carpinetani sarà accompagnato da esperti locali.

“Sabato il nostro territorio presenterà i propri tesori artistici, culturali e paesaggistici”: così il sindaco Vincenzo Volpi annuncia la presenza nel toanese di un gruppo di visitatori.

“Questo evento – sottolinea Antonio Pantani, presidente del sodalizio Carpineti-Toano – rappresenta uno scambio culturale tra i due comuni rivieraschi sul Secchia. Conosciamo a fondo queste terre, di cui ci hanno sempre colpito le emergenze storico-architettoniche e le bellezze naturali che le caratterizzano”.

La giornata “sarà soprattutto incentrata – spiegano il sindaco Volpi e Michele Giorgi, consigliere con delega al turismo e alla cultura – sulle nostre numerose testimonianze matildiche e ceccatesche. Lo scorso anno abbiamo infatti ricordato il trecentesimo anniversario della scomparsa di Domenico Francesco Ceccati, il principale esponente di una famiglia di artisti locali che, dalla fine del cinquecento alla prima metà del settecento, furono maestri nell’arte del legno e della pietra, e quest’anno partecipiamo ufficialmente alle celebrazioni del nono centenario della morte di Matilde di Canossa”.

La-torre-di-Massa-(foto-di-Luciano-Spadazzi)

La torre di Massa (foto di Luciano Spadazzi)

 

Il programma prevede “dalle 9.30 le visite ceccatesche alla chiesa e al centro studi di Corneto – puntualizza Antonio Pantani – nonché alla chiesa parrocchiale e all’oratorio della Madonna della Neve di Cavola, accompagnati da Giuseppe Lombardi e Clodomiro Borgonovi, artista del legno ed erede della tradizione dei Ceccati. Visiteremo poi la pieve matildica di Toano e la chiesa di Massa, sotto la guida di Michele Lombardi”.

Prosegue il presidente dell’associazione Stana: “Dopo il pranzo in località Collina, ci sarà inoltre la possibilità di visitare Monte Lama (un colle vicino a Massa, posto tra il fiume Secchia ed il torrente Dolo, con visuale mozzafiato, a 360 gradi, sulle montagne modenesi, reggiane e parmensi), la torre di Massa ed il mulino del paese, posto sul Dolo ed in perfetto stato di conservazione”.

La partenza della Giornata turistica culturale, che è patrocinata dai Comuni di Toano e Carpineti, è prevista per le 9 da piazza della Repubblica, nel capoluogo carpinetano, “con mezzi propri ed in gruppi”. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 335 6033345.

La-pieve-matildica-di-Toano-(foto-di-Silvano-Sala)

La pieve matildica di Toano (foto di Silvano Sala)

 

Questo evento, il quattordicesimo e ultimo del 2015 di Stana, se si esclude la cena sociale del 3 ottobre con le eccellenze delle terre matildiche – conclude Antonio Pantani – costituisce un modello di scambio culturale che  intendiamo riproporre, in rete con altri Comuni montani, al fine della valorizzazione turistico-culturale del nostro Appennino e dell’area matildica in generale. Ringraziamo Toano per l’interesse alla nostra iniziativa e per la cordiale ed ampia disponibilità”.

Scarica il programma della giornata: Giornata culturale

Pubblicato in Archivio Taggato con: , ,